Catanzaro, i premiati del concorso "Pretendiamo legalità"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, i premiati del concorso "Pretendiamo legalità"

  23 maggio 2022 13:43

Oggi 23 Maggio in occasione della Giornata della Legalità, diventata ormai una data simbolo nella lotta contro tutte le mafie, in cui si commemora il 30° Anniversario dalla strage di Capaci dove persero la vita il Giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre Agenti della scorta, la Polizia di Stato di Catanzaro ha scelto di premiare gli studenti che hanno partecipato alla V edizione del progetto “Pretendiamo Legalità”, avviato con la consolidata collaborazione del MIUR, relativo all’anno scolastico 2021/2022.

Al progetto che ha avuto come obiettivo quello di educare alla legalità attraverso la diffusione dei valori civili quale il rispetto delle regole, la solidarietà, l’inclusione, che rappresentano fondamentali punti di riferimento per la crescita dei cittadini di domani e per la costruzione di una società più giusta ed equa, hanno aderito numerose scuole di Catanzaro e Provincia.

Banner

Gli incontri formativi della Polizia di Stato in sinergia con il mondo della scuola, hanno rappresentato importanti momenti di dialogo al fine di dare ai ragazzi strumenti educativi per prevenire comportamenti scorretti e lesivi della libertà altrui e crescere come cittadini consapevoli.

Banner

All’esito di questi incontri formativi i giovani alunni hanno prodotto numerosi ed entusiasmanti lavori attinenti alle tematiche trattate e rientranti in una delle seguenti categorie: Per la scuola primaria gli argomenti da sviluppare erano la cittadinanza attiva e la Costituzione, l’agenda 2030, l’amicizia e la solidarietà, mentre per la scuola Secondaria di 1° e 2° gli argomenti da trattare erano la Cittadinanza attiva e la Costituzione, la Cittadinanza digitale e i Rapporti con gli altri.

Banner

Per ciascuna di queste categorie, la Commissione ha determinato, con non poche difficoltà, in considerazione dell’ottima qualità di tutti i lavori prodotti dai giovani partecipanti, 5 vincitori a livello provinciale :

  • per la categoria arti figurative hanno vinto il premio i ragazzi della V A e B del polo didattico Convitto Galluppi;

  • per la categoria Cine TV si sono aggiudicati il premio i ragazzi dell‘Istituto “Don Milani” di Martirano Lombardo - Plesso di Motta Santa Lucia e il Convitto Galluppi di Catanzaro;

  • per la categoria Graphic Novel  il premio è andato al Liceo Scientifico Siciliani di Catanzaro.

“Rivolgo i miei più sinceri auguri, non soltanto ai ragazzi che si sono distinti a livello provinciale, ma a tutti gli Istituti, per l’impegno profuso nell’adesione ad iniziative che incoraggino lo sviluppo di competenze reali, utili, quindi, nella vita di tutti i giorni.

Difatti, anche il progetto “Pretendiamo Legalità” è nato con l’intento di unire alla didattica scolastica, delle attività concrete finalizzate alla divulgazione del concetto di legalità in tutte le sue forme. La cultura della legalità e del rispetto reciproco passano sempre per la cultura della prevenzione, parlarne, confrontarsi liberamente insieme, finalmente in presenza, è un grande arricchimento reciproco, per cui la Polizia di Stato ringrazia i dirigenti scolastici e i docenti che hanno voluto aderire al progetto”Queste le parole del Vicario del Questore Dott.  Renato Panvino.

Alla cerimonia hanno partecipato i componenti della commissione di valutazione degli elaborati, Dott. Giuseppe Soriero,Presidente dell’Accademia delle Belle Arti di Roma e la Dott.ssa Concetta Gullì reggente l’Ufficio Scolastico Provinciale i quali si sono così espressi: “Siamo felici di aver condiviso questa esperienza, abbiamo selezionato numerosi lavori prodotti con grande originalità, densi di significato, che hanno dimostrato quanto gli alunni abbiano maturato le giuste consapevolezze ovvero a farsi promotori della legalità.”

Nella circostanza i giovani studenti hanno avuto la possibilità di visitare gli uffici della Questura ed in particolare la Sala Operativa e la Sezione di Polizia Scientifica, dove attraverso innumerevoli domande, hanno voluto comprendere la funzionalità delle più recenti tecnologie elettroniche, nonché rendersi conto di come la Polizia di Stato, attraverso un quotidiano ed incessante impegno opera sul territorio.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner