Catanzaro, il cibo non consumato alla mensa scolastica ora si potrà portare a casa

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, il cibo non consumato alla mensa scolastica ora si potrà portare a casa

Il Comune invia una circolare a scuola. I genitori degli alunni dovranno sottoscrivere un modello

  30 novembre 2022 11:58

di TERESA ALOI

Alla fine si potrà portare a casa il cibo non consumato alla mensa scolastica. Ma solo pane, budini, frutta e succo di frutta.

Banner

E solo dopo aver sottoscritto un modello compilato dai genitori  in tutte le sue parti e consegnato tramite i propri figli ai docenti di classe dove si "dichiara di esonerare da eventuali responsabilità derivanti dalle problematiche legate al consumo differenziato nel tempo  del prodotto consegnato e non consumato a mensa, anche in caso di alterazioni dello stesso"

Banner

Questione risolta, dunque.  La nota del comune di Catanzaro che porta il numero 154392 e inviata a tutte le scuole cittadine riporta testualmente che : “si è convenuto di individuare quali alimenti asportabili-qualora consegnati e non consumati a mensa-PANE, BUDINI, FRUTTA E SUCCO DI FRUTTA- (come da menù approvato dall’ASP-SIAN), in considerazione della minore alterabilità di tali prodotti a livello igienico-sanitario”. E che "al fine di poter asportare i suddetti alimenti i genitori dovranno scaricare il modello allegato alla presente, compilarlo in tutte le sue parti e consegnarlo tramite i propri figli ai docenti di classe"

Banner

Il "problema" era nato dopo il "divieto"  di portar via ciò che rimaneva sul banco racchiuso in una circolare inviata dal Comune alle scuole e "girata" ai genitori  degli alunni.  In sintesi si  ricordava  che il pasto servito alla mensa deve essere consumato a scuola e non portato a scuola. Perché  poteva accadere - come del resto è accaduto - che  quella frutta riposta nello zaino  arrivava "malconcia" a casa e finiva direttamente sui social  scatenando  polemiche contro il servizio mensa.  

LEGGI ANCHE QUI. Catanzaro, genitori 'ossessionati' dai social: frutta e pane non consumati a mensa restano a scuola

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner