Catanzaro. Il 'Museo del Mare' dell'Ite Pacioli riapre le porte ai visitatori

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro. Il 'Museo del Mare' dell'Ite Pacioli riapre le porte ai visitatori

  21 luglio 2021 11:14

L’ITE Grimaldi Pacioli sede “Pacioli” del quartiere Lido di Catanzaro, riapre i battenti del “Museo del mare – All’ombra della Tonnina”, situato nello stesso istituto. Una riapertura che ha vede soddisfatta la D.S. Grazia Parentela. 

L'esposizione è composta da oggetti e strumenti adoperati dai pescatori:  nasse, reti, ancore e tanto altro ancora, persino una vecchia barca, la “lampara”, un tempo utilizzata per la pesca notturna. Sarà come rivivere il passato. Un passato che verrà rappresentato anche da alcuni reperti dell’antica “Ledoga”, la fabbrica di pellame e prodotti farmaceutici attiva un tempo nel quartiere.

Banner

Svariata la rassegna fotografica con scatti del passato ma anche recenti, sui fondali marini, sull’avifauna del Corace, sui pescatori o ancora sulla “Tonnina”, quasi da ritenere dei reperti storici. Si vorrà ricordare che tutto ciò è anche frutto di un percorso che vide la partecipazione dell’Istituto (2017) a “Le scuole adottano un monumento della nostra Italia” promosso da “Fondazione Napoli 99” (in collaborazione con il Miur e il Mibact), aggiudicandosi la medaglia d’oro con il video “L’alba della Tonnina”. Un percorso che ha dato una continuità con un segno determinante del contesto cittadino, ovvero quell’inestimabile risorsa quale è appunto il mare ed ugualmente oggi legato al “Piano scuola estate 2021” finalizzato al percorso “Museo e guida turistica”.

Banner

In questo sarà la docente Patrizia Spaccaferro, quale esperto, a formare le “guide” che saranno proprio gli stessi studenti con quel principio che segnerà l’intero svolgimento volto ad essere “un ponte per un nuovo inizio”. Il museo resterà aperto nelle giornate del 22 luglio dalle ore 17,30 alle 20,30 e il 27 luglio dalle ore 9,30 alle 11,30, giorni che coincideranno con la festa della Madonna di Porto Salvo. E dunque a condurre i visitatori, oltre alla stessa docente Spaccaferro, saranno gli alunni, in un viaggio alla scoperta del nostro territorio con quel senso di appartenenza, cultura e tradizione che hanno sempre contraddistinto il vissuto dei nostri avi. L’ingresso al pubblico, seguendo rigorosamente le norme “Covid”, sarà contingentato, ma già si preannunciano nuove aperture nel mese di settembre al fine di ampliare le possibilità di visita.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner