Catanzaro, il progetto Bibliovento è primo nella graduatoria nazionale di “Biblioteche e comunità”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, il progetto Bibliovento è primo nella graduatoria nazionale di “Biblioteche e comunità”
Donatella Monteverdi, assessore alla Cultura

La soddisfazione dell'assessore Donatella Monteverdi

  04 gennaio 2023 14:55

“Sono molto orgogliosa di annunciare che il progetto pensato per ampliare i nostri servizi bibliotecari si è classificato al primo posto della graduatoria nazionale del bando “Biblioteche e comunità” del Centro per il Libro e la Lettura, Fondazione con il Sud e Anci. È davvero un grande risultato, non soltanto perché ci gratifica di un primato assoluto in Italia, ma perché promuove una rete di dodici soggetti che hanno lavorato ad un programma integrato a favore di aree e persone svantaggiate nell’accesso alla cultura. Ringrazio, per questo, i progettisti e i partner del progetto, a partire dalle altre amministrazioni coinvolte". E' quanto si legge in una dichiarazione dell’assessore alla Cultura, Donatella Monteverdi.

"Il Comune di Catanzaro, infatti, - prosegue - ha aderito ad un partenariato guidato dall’Associazione di volontariato La Masnada e che ha messo in piedi la proposta denominata “BiblioVento. Soffia il vento delle storie”. Già nel titolo si capisce bene l’intento di valorizzare le caratteristiche identitarie del nostro territorio, dove il vento che ben conosciamo può portarci in dono storie virtuose che vengono dai libri e buone pratiche da condividere".

Banner

"Assieme a Comune di Catanzaro e La Masnada, il progetto, - evidenzia -vale 125.000 Euro, unisce anche i Comuni di Cropani, Gasperina e Sersale, con le loro biblioteche, l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro e la cooperativa sociale Kyosei tra i coordinatori e ancora le scuole IC Patari-Rodari e Liceo Classico Galluppi, la cooperativa sociale Meet project, la libreria Punto e a Capo e l’Associazione Gutenberg Calabria. Lo scopo di questo ambizioso progetto è quello di potenziare il diritto di fruire dei libri e della lettura in spazi nuovi, nelle periferie della nostra città ma anche nei reparti ospedalieri, con una particolare attenzione ai più piccoli, convinti come siamo che prima si favorisce l’incontro tra i giovani e i libri, prima si attivano quegli anticorpi utili al rafforzamento della nostra democrazia".

Banner

"Le azioni progettuali getteranno le basi per stabilire una rete di cooperazione tra le biblioteche, con un ruolo di primo piano svolto dalla Biblioteca comunale “De Nobili” di Catanzaro, con il potenziamento dei servizi e il prolungamento dell’orario di apertura. Il fatto che la nostra cara biblioteca comunale possa così estendere la sua forza attrattiva ben oltre la sua sede, legandosi alle biblioteche del comprensorio e guardando all’integrazione di fasce escluse dalla fruizione, come i diversamente abili, gli anziani, gli stranieri, è qualcosa che mi rende davvero fiera e penso che tutti dovremmo esserlo per aver raggiunto un traguardo tanto significativo, che adesso spetta a noi realizzare in concreto. E questa, - conclude Monteverdi - in una terra in cui si legge davvero poco, è una sfida assai avvincente e probabilmente determinante”.

Banner

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner