Catanzaro. Il quartiere Pontegrande in festa per la Madonna delle Grazie

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro. Il quartiere Pontegrande in festa per la Madonna delle Grazie

  11 settembre 2021 11:05

Domenica 5 settembre il quartiere Pontegrande ha reso omaggio alla Madonna Maria Santissima delle Grazie.

“Una festa che in noi suscita, da sempre, forte emozione e commozione. É tanta, infatti, la devozione verso la Mamma, verso la Patrona che, purtroppo, ormai da due anni, a causa della pandemia Covid, è stata ammirata in tutto il suo splendore su un mezzo scoperto che ha fatto il giro delle vie del quartiere e delle zone vicine.

Banner

Quest’anno, però, pur apprezzando i sacrifici degli organizzatori e capendo le difficoltà (cosa prevedono i Dpcm sulle misure anti-Covid, la documentazione da presentare per organizzare una serata musicale ndr) ci saremmo aspettati un qualcosa in più. Ad esempio, si poteva allestire la centralissima via Ettore Vitale con alcune luminarie. Le decorazioni luminose, infatti, avrebbero acceso un po’ di entusiasmo anche nei giorni precedenti alla festa”, scrive un gruppo di residenti dello stesso quartiere. 

Banner

“Oppure, per vivacizzare il quartiere e coinvolgere soprattutto i giovanissimi, molti dei quali conoscono poco le tradizioni, l’organizzazione di attrattive interessanti, con annessa banda musicale all'uscita della Madonna, sarebbe potuta essere una piccola idea. Come accadeva una volta. Inoltre, anche con gli esercenti della zona, soprattutto dopo le difficoltà e le chiusure forzare dei mesi scorsi, si poteva creare una sinergia volta allo sviluppo del quartiere. Ci auguriamo che il prossimo anno, Covid permettendo, Pontegrande possa nuovamente contare su un programma civile (oltre a quello religioso, già considerevole) in grado di rendere omaggio ancora più marcatamente a Maria Santissima delle Grazie, alla sua radiosa statua custodita all’interno della parrocchia “Maria Immacolata”. Una festa ultracentenaria, come quella di Pontegrande, non può sparire da un giorno all’altro. La tradizione consiste nel conservare viva una fiamma”, conclude il gruppo di residenti.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner