Catanzaro, l'amore per i colori giallorossi raccontato da Ferdinando Capicotto e Pier Vincenzo Gigliotti

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, l'amore per i colori giallorossi raccontato da Ferdinando Capicotto e Pier Vincenzo Gigliotti

La presentazione sabato 18 dicembre 2021 alle ore 17:00 presso la Sala Concerti del Comune di Catanzaro

  16 dicembre 2021 10:17

Due volumi che hanno in comune l’amore verso i colori giallorossi. Sentimento che viene evidenziato ne “I miei eroi – Stagione calcistica 2003-2004 dell’US Catanzaro 1929” di Ferdinando Capicotto e “L’anno più bello” di Pier Vincenzo Gigliotti, seppur in maniera differente e narrando le vicende delle Aquile in periodi diversi.

Se il testo di Gigliotti ci riporta ai fasti della Serie A e della semifinale di Coppa Italia tra l’US e l’Inter, Capicotto racconta la cavalcata della squadra allenata da Piero Braglia alla conquista dell’ultima promozione in Serie B.

Banner

I due testi editi “La Rondine Edizioni” di Gianluca Lucia verranno presentati congiuntamente sabato 18 dicembre 2021 alle ore 17:00 presso la Sala Concerti del Comune di Catanzaro. Oltre all’editore interverranno l’assessore allo sport Lea Concolino e Massimo Poggi, vice presidente delle Aquile che ottennero il salto di categoria raccontato nel volume di Capicotto. Ad introdurre e moderare i lavori sarà la giornalista Rosita Mercatante.

Banner

“Entrando nelle scuole con il progetto ‘Aquile in classe’ sono rimasto colpito dai problemi personali e familiari di molti ragazzi. Perciò ho pensato nel mio piccolo di portare alla memoria ricordi di un anno meraviglioso della mia vita: l'adolescenza. Ne ‘L'Anno più bello’ – ha dichiarato Gigliotti - vorrei lanciare alcuni messaggi di speranza per il futuro degli adolescenti figli di questa città con l'idea che tutto ciò che è stato non resti soltanto un ricordo, ma possa rappresentare oggi il sogno di domani”.

Banner

“Avevo 14 anni quando ho vissuto quella strepitosa stagione, sempre presente sugli spalti della Capraro. Ho voluto fortemente rivivere con questo libro quel campionato che mi ha fatto versare copiose lacrime di gioia”, il commento, invece, del giornalista e scrittore Ferdinando Capicotto.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner