Catanzaro, lastroni di marmo rotti al Pianicello. Stefano Veraldi: “E’ danno erariale”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, lastroni di marmo rotti al Pianicello. Stefano Veraldi: “E’ danno erariale”

  03 maggio 2022 08:34

“ll danno ai lastroni in marmo ai margini delle basole di Via S. Maria di Mezzogiorno e Vico dietro Monte, nel cuore del centro storico, c’è, ed è pure rilevante, come si può agevolmente verificare percorrendo quella zona. Pavimentazione sconnessa, lastroni sprofondati, molti pericolosamente inclinati, se non del tutto sbriciolati: le vie del quartiere Pianicello di Catanzaro si presentano, in diversi  punti,  al limite della percorribilità”. Lo scrive in una nota Stefano Veraldi. 

“Una situazione di grave rischio per l’incolumità fisica dei pedoni, specie quelli anziani, dei ciclisti e dei motociclisti, che accresce la probabilità  di incidenti e di cadute e, di conseguenza, anche quella di alimentare il già consistente contenzioso giudiziario comunale, che registra puntualmente numerosissime condanne a carico del Comune per il risarcimento danni, proprio a causa della scarsa e diffusa manutenzione stradale. 
Indubbiamente il Comune, periodicamente, provvede (a spese della collettività) al ripristino della pavimentazione. Ma poi i vari interventi di ripristino si rivelano insufficienti, e spesso non conformi alla tecnica originaria di messa in opera, così che, nel mentre, la città ha perso gran parte dell’antica bellezza originaria, anche nella pavimentazione. 
E’ comunque avvilente dover constatare che le risorse rivenienti dalle tasse che i cittadini pagano a costo di enormi sacrifici, debbano essere sprecate in quel modo”, continua Veraldi.

Catanzaro. Rifiuti, basole divelte e una barcaccia di troppo al Pianicello: residenti furiosi e Comune assente

Banner

“Ma è evidente il danno erariale consumato in questi anni, che va accertato nelle responsabilità e definito nella procedura di comunicazione alla Corte dei Conti per il normale addebito dei costi, che vanno recuperati dai responsabili e non scaricati sulle spalle dei cittadini, che continuano a confidare in una amministrazione efficiente, attenta all’utilizzo proficuo delle risorse e non certamente al loro spreco.  Confido, pertanto, in un intervento risolutivo da parte del settore “Lavori Pubblici” affinché venga posto finalmente fine a questo “scempio” e si ripristini lo stato dei luoghi in Via Santa Maria di Mezzogiorno, con il completamento della posa dei sampietrini in Vico Dietro Monte e con la demolizione della barcaccia, ormai danneggiata, non funzionante ed in disuso da anni, il che consentirebbe anche il recupero di preziosi posti auto (gratuiti per i residenti, che non siano le ennesime strisce blu, ci si augura!)”” conclude Veraldi.

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner