Catanzaro, le celebrazioni del 2 giugno davanti al monumento ai Caduti e nel Complesso del San Giovanni

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, le celebrazioni del 2 giugno davanti al monumento ai Caduti e nel Complesso del San Giovanni

  02 giugno 2022 13:36

“Uguaglianza, pace, solidarietà, giustizia. Sono tutti valori sempre attuali per i quali tutti noi ci dobbiamo impegnare quotidianamente per la loro difesa: Istituzioni e cittadini. Oggi celebriamo una ricorrenza, la nascita della Repubblica italiana, che ha sempre avuto un significato particolare per il popolo italiano perché sancisce la fine di un periodo buio com’è stato quello del fascismo. Quest’anno, poi, dopo due anni e mezzo di sacrifici e di restrizioni  a causa della pandemia, ritrovarci tutti insieme è stato ancora più bello. Ho voluto organizzare questa manifestazione per far sì che tutti i cittadini partecipassero e si riappropriassero della loro quotidianità”.   

Lo ha detto il Prefetto di Catanzaro, Maria Teresa Cucinotta, presenziando alla celebrazione del 76esimo anniversario della nascita della Repubblica italiana.

Banner

Banner

La cerimonia è stata divisa in due momenti: il primo celebrato in Piazza Matteotti con l’alza bandiera e la commemorazione dei caduti con la deposizione, alla presenza dei reparti in armi e dei gonfaloni istituzionali, di una corona di alloro ai piedi del monumento, da parte del Prefetto, accompagnata dal comandante della Legione Carabinieri Calabria, il generale di Brigata, Pietro Francesco Salsano; il secondo allestito negli spazi esterni del Complesso Monumentale del San Giovanni, con la lettura del messaggio inviato dal Capo dello Stato, Sergio Mattarella.

Banner

Erano presenti anche il presidente della Provincia di Catanzaro e sindaco della città capoluogo Sergio Abramo, l'arcivescovo metropolita monsignore Claudio Maniago, il questore di Catanzaro Maurizio Agricola, la senatrice Silvia Vono, il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, il presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso, l’assessore regionale Filippo Pietropaolo, il segretario nazionale del Nuovo Cdu, Mario Tassone, i generali della Guardia di Finanza, Dario Solombrino e Domenico Grimaldi, ed alcuni sindaci di diversi comuni del territorio provinciale di Catanzaro.

A seguire il prefetto Cucinotta ha presenziato alla consegna delle Stelle al Merito della Repubblica Italiana, a 13 cittadini della provincia di Catanzaro, che si sono distinti “nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari”. 

Al termine, anche la consegna di una copia della Costituzione della Repubblica Italiana edita dal Senato, agli alunni che hanno partecipato al concorso indetto in collaborazione tra la Prefettura e l’Ufficio scolastico regionale, sul tema “Solidarietà ed accoglienza: le due facce del grado di civiltà di un cittadino”. 

ELENCO DEI PREMIATI

Medaglia d’onore alla memoria - Natale Calamonici di Vallefiorita; Domenico Caputo di Lamezia Terme; Antonio Chiricò di Simeri Crichi; Ferdinando Critelli di Tiriolo. 

Onorificenze dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana - (Commendatore) Domenico Bosco, medico; Maria Teresa Cucinotta, Prefetto della provincia di Catanzaro. (Ufficiale) Pasquale Megna, Salvatore Orofino. (Cavaliere) - Nicola Picerno; Salvatore Bombara; Antonio Caliò; Giuseppe Drago; Nicola Fiorentino; Giuseppe Giglio; Pasquale Giuliano; Agostino Grillo; Antonio Magisano. 

Istituti scolastici - Scuola primaria I.C. Don Milani classi 1 e 2 A; Scuola secondaria di I^ Grado  I.C. Casalinuovo classi 1B e 3D; Scuola di II^ grado ITTS Scalfaro classe 1D.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner