Catanzaro, niente raccomandate e disservizi postali: tempi duri per gli anziani

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, niente raccomandate e disservizi postali: tempi duri per gli anziani
L'interno dell'ufficio postale di Catanzaro centro
  24 luglio 2022 09:17

di FRANCESCO IULIANO

 Non bastano le alte temperature di questi giorni e le difficoltà per la chiusura di alcuni servizi, per complicare la quotidianità degli anziani in città. 

Banner

La gestione della giornata, specie per gli anziani fragili, può risultare difficoltosa con l’avanzare dell’età e con l’insorgere di limitazioni funzionali nello svolgimento di semplici attività di tutti i giorni.

Banner

Nelle ultime settimane, sono diverse le segnalazioni arrivate in redazione per alcuni disservizi subìti,  tra i quali quello del recapito degli avvisi di ricevimento di raccomandate, da parte del personale di Poste italiane, con indicazioni inesatte. 

Banner

"Non è la prima volta - riferisce un utente -  che sull'avviso che lasciano all'interno delle cassette postali, sia riportato un ufficio postale per il ritiro della raccomandata diverso da quello dove si trova materialmente la raccomandata. Un errore o una distrazione non di poco conto se si considera che destinatari delle raccomandate, in alcuni casi, sono anziani che vivono da soli e che hanno anche problemi a spostarsi agevolmente dalla propria residenza".

L'ultima delle segnalazioni si riferisce a quanto accaduto nei giorni scorsi ad un utente residente nei pressi di Piazza Roma che si è dovuto "trascinare" sino all'ufficio centrale di Piazza Prefettura per poi sentirsi rispondere, dall'impiego allo sportello, che la sua raccomandata non era lì, ma in un altro ufficio.

"Non è affatto facile, per me - ha aggiunto l'utente -  camminare. Da un po' di tempo sono costretto a spostarmi con l'aiuto di una stampella. Con il caldo di questi giorni, poi. Quello che chiedo è che chiediamo noi utenti con maggiori difficoltà soprattutto fisiche, è solo un po' più di attenzione da parte di chi lavora nel pubblico e soprattutto piu' di comprensione per chi vive in difficoltà".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner