Catanzaro, presentata "L'immaginifica storia di Espérer" di Damasco: in scena il 5 maggio al Polivalente

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, presentata "L'immaginifica storia di Espérer" di Damasco: in scena il 5 maggio al Polivalente

  03 maggio 2024 12:55

di CARLO MIGNOLLI

È stata presentata questa mattina alla stampa, nella Sala Concerti del Comune di Catanzaro, la produzione teatrale "L'immaginifica storia di Espérer", ideata, scritta e diretta da Antonio Damasco. La conferenza ha visto la partecipazione del regista in collegamento video, insieme al presidente del Consiglio Comunale Gianmichele Bosco e al direttore artistico di “Edizione Straordinaria”, Salvatore Emilio Corea.

Banner

Lo spettacolo, inserito nella rassegna "Maggio dell'Arte" e patrocinato dall'Amministrazione Comunale, è stato realizzato in collaborazione con "Edizione Straordinaria". Si tratta di una fiaba cantata che esplora il tema dello sradicamento e della ricerca di identità, attraverso la storia di coloro che sono partiti o arrivati nel bel paese, in cerca di una terra dove poter vivere senza limiti. Espérer è un'isola nata dagli scogli di Ventimiglia, in Liguria, un luogo simbolico che rappresenta la speranza e la possibilità di un nuovo inizio. 

Banner

Durante la conferenza stampa, il regista ha condiviso la sua passione per questo progetto e l'importanza di raccontare storie che toccano il cuore e stimolano la riflessione. La storia dell’isola nasce nel 2015, quando Damasco si trovò a dover spiegare alle sue due figlie cosa stava accadendo sugli scogli di Ventimiglia. A partire da giugno di quell'anno, individui provenienti dalle nazioni più impoverite del continente africano, di passaggio attraverso l'Italia e in viaggio verso la Francia, si fermarono lungo il confine, trovando rifugio sugli scogli per oltre quattro mesi. Da qui è nata l’idea di scrivere prima un libro e successivamente realizzare una produzione teatrale.

Banner

"L'immaginifica storia di Espérer" andrà in scena domenica 5 maggio alle 21.00 al Centro Polivalente per i giovani, mentre il giorno successivo, il 6 maggio, alle ore 18.00, sempre al Centro Polivalente si terrà un incontro del regista con chiunque voglia partecipare per continuare a viaggiare sull'isola di Espérer. È un'opportunità per immergersi in una fiaba moderna, ricca di emozioni e significati profondi, che ci invita a riflettere sulle nostre radici e sulle nostre aspirazioni.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner