Catanzaro, primo ‘Red carpet’ per il cortometraggio ‘Margherì Gotyè’ firmato dall’associazione ‘Luna di cristallo'

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, primo ‘Red carpet’ per il cortometraggio ‘Margherì Gotyè’ firmato dall’associazione ‘Luna di cristallo'

  22 dicembre 2022 09:10

di FRANCESCO IULIANO

Dopo la presentazione del progetto ed il lancio della produzione di un cortometraggio, è arrivata anche la serata dedicata al ‘red carpet’.

Banner

Nelle settimane scorse,  nella sala Concerti del Comune di Catanzaro, la conferenza stampa con  la quale la socia dell’associazione culturale Luna di Cristallo di Catanzaro, Tania Romeo, ha presentato l’iniziativa. 

Banner

 “Un progetto di educazione all’ascolto dell’opera lirica, per avvicinare i giovani allo studio, all’analisi, alla sua comprensione. Un modo nuovo per coinvolgerli, attraverso uno spettacolo musicale, a  conoscere nuovi modi per guardare il mondo e la realtà e per comprenderla e leggerla attraverso un’opera musicale”.

Banner

Così Tania Romeo, aveva definito il progetto che avrà, come atto finale, la rappresentazione della Traviata di Giuseppe Verdi, in programma per il 13 e 14 aprile prossimo, all’ Auditorium ‘Aldo Casalinuovo’ . Due serate che saranno precedute da un periodo di didattica e preparazione  all’ascolto durante il quale gli studenti saranno avviati alla conoscenza di come nasce un'opera lirica e delle sue origini.

Al termine del progetto, come anticipato in conferenza, anche la realizzazione del cortometraggio dal titolo ‘Margherì Gotyè sceneggiato da Tania Romeo ed ispirato allo stesso romanzo da cui è tratta la Traviata.

Nei giorni scorsi, nelle stanze di Villa Zen Garden, alle porte di Soverato, il primo red carpet con gli attori protagonisti del cortometraggio.

C’erano la regista Tania Romeo (protagonista anche nel ruolo di Marguerite Gautier), Angelo Chiarella nel ruolo di Duval padre, Silvana Demasi nel ruolo di madame de Montespan e Francesco Murdolo nel ruolo di François Duval.

“L’obiettivo dell'intera operazione - ha commentato Tania Romeo - è essenzialmente dato da voler recuperare la nostra identità di principi incontrastati della cultura, per cui ho pensato di  semplificare la messa in scena dell’opera.Ovviamente il linguaggio poetico di Francesco Maria Piave, librettista dell'opera, è stato mantenuto al tempo in cui è stato scritto (parliamo della metà dell’ ‘800). Per far si che non resti incomprensibile al grande pubblico di 200 anni dopo, ho sceneggiato un film  - tratto dall'omonimo romanzo da cui è stata tratta La Traviata, La Dama delle Camelie di  A. Dumas figlio -, ambientandolo ai giorni nostri, ma con un linguaggio contemporaneo. Con il nostro progetto, ciò che non verrà pienamente compreso durante la messa in scena dell'opera  il 13 e 14 aprile 2023, sarà completato attraverso il film”. 

I casting per la ricerca di buona parte degli attori primari, dei comprimari e delle comparse, saranno programmati nella metà del prossimo mese di febbraio.

Tra gli attori del cortometraggio (come è stato detto) anche il giovane pianista Francesco Murdolo. Cresciuto in una famiglia di musicisti, il giovane pianista (che frequenta il conservatorio  statale - sezione jazz -“P. I. Tchaikovsky”) si è dimostrato entusiasta ed ansioso di iniziare al più presto questa nuova esperienza professionale. “Ringrazio Tania Romeo - ha detto - per avermi dato l’opportunità di cimentarmi in un ruolo così importante e di potermi esprimere anche in quella che è una delle mie più grandi passione: la musica”.

Il film, che si prevede sarà ultimato entro dicembre del 2023, parteciperà al ‘Festival del cortometraggio’ e sarà proiettato nelle sale cinematografiche.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner