Catanzaro, Silipo e il sogno di una nuova "Bellavista": "Via le auto, rendiamola pedonale"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, Silipo e il sogno di una nuova "Bellavista": "Via le auto, rendiamola pedonale"
Giuseppe Silipo
  09 settembre 2022 09:02

di GIUSEPPE SILIPO*

Laddove la realtà non arriva, ci sono i sogni. Il pretesto per utilizzare questo pensiero, ci è stato dato ieri percorrendo una della vie più belle di Catanzaro: via Francesco De Seta, meglio conosciuta come "Bellavista", la via che ha dato i natali al premio Nobel Renato Dulbecco. 

Banner

Ebbene, percorrendola cercando di evitare di urtare le macchine parcheggiate a desta e a manca, ci siamo posti una domanda: cosa sarebbe di questa bellissima balconata se fosse collocata in un'altra città? Sono tantissimi gli esempi di città, ma anche di piccoli borghi calabresi, che hanno fatto delle loro zone panoramiche una vera e propria attrattiva turistica. 

Banner

Chiudiamo gli occhi e proviamo ad immaginare cosa potrebbe essere Bellavista. Prima di tutto, sgomberiamo la zona da tutte le macchine e rendiamola area pedonale. Riempiamola di fioriere sia sulla strada che sulla balconata. Consentiamo alle attività commerciali (sulla via insistono due ristoranti e un bar) di collocare tavolini all'aperto e immaginiamo gli stessi tutti completamente occupati. 

Banner

Ora apriamo gli occhi e vediamo invece un accozzaglia di macchine parcheggiate ovunque in maniera scriteriata. Laddove è consentito, ma anche dal lato opposto, restringendo oltremodo la carreggiata e costringendo gli automobilisti di passaggio a vere e proprie evoluzioni per percorrerla.

E poi, ci domandiamo, a cosa è valso sistemare i tavolini delle attività commerciali fuori, se poi, a ridosso degli stessi, si parcheggia indiscriminatamente?

Comprendiamo bene che tra i sogni e la realtà ci sono sempre situazioni che vanno oggettivamente salvaguardate. E che alle legittime necessità dei residenti non si può restare indifferenti. Ma almeno si evitino i parcheggi selvaggi che deturpano una bellezza naturale trascinandola nel più assoluto degrado.

L''invito che rivolgiamo alla nuova Amministrazione, è quello di valorizzare nel migliore dei modi possibile questa bellissima via della nostra città. Città alla quale non manca storia e bellezze naturali.

Basta solo ridargli dignità. Consentiteci un consiglio: cominciamo a presidiare la zona e a sanzionare i trasgressori, che non sono solo gli indisciplinati automobilisti, ma anche alcuni incivili proprietari di cani. Bellavista è solo un esempio dal quale, però, speriamo si cominci.

*Associazione CalabriaOltre

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner