Catanzaro. Tutela ambientale e Accoglienza, CSV e Forum inviano richiesta di incontro al sindaco Abramo

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro. Tutela ambientale e Accoglienza, CSV e Forum inviano richiesta di incontro al sindaco Abramo
Guglielmo Merazzi, Csv Calabria centro

"Facendo seguito ai due incontri che abbiamo recentemente tenuto con le associazioni impegnate sia nella tutela ambientale che nel campo dell’accoglienza e dell’integrazione, riteniamo sia opportuno avviare un confronto con l’amministrazione da Lei rappresentata". Così Guglielmo Merazzi, presidente CSV Calabria Centro, e Giuseppe Apostoliti, portavoce Forum Terzo Settore  Catanzaro-Soverato.

  10 settembre 2021 12:37

All’indomani degli incontri, promossi assieme alle associazioni, per il decidere il da farsi in merito al ripristino della pineta di Siano distrutta dagli incendi, ed all’accoglienza dei profughi afghani che arriveranno nei prossimi mesi, il Centro Servizi al Volontariato “Calabria Centro” ed il Forum del Terzo Settore di  Catanzaro- Soverato si sono attivati per chiedere al più presto un confronto con il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo. Questo è il testo della lettera inviata tramite PEC a firma di Guglielmo Merazzi, presidente CSV Calabria Centro, e Giuseppe Apostoliti, portavoce Forum Terzo Settore  Catanzaro-Soverato:

“Gentilissimo Sindaco,

Banner

facendo seguito ai due incontri che abbiamo recentemente tenuto con le associazioni impegnate sia nella tutela ambientale che nel campo dell’accoglienza e dell’integrazione, riteniamo sia opportuno avviare un confronto con l’amministrazione da Lei rappresentata.

Banner

Gli incendi che hanno deturpato la pineta di Siano ci hanno spinto, infatti, a promuovere una raccolta fondi da destinare al ripristino della pineta stessa che ha trovato molti consensi tra i volontari ed i cittadini: sappiamo bene che i tempi della natura sono di norma più lunghi rispetto a quelli che noi vorremmo e che vanno rispettati, ma è talmente forte l’ondata di indignazione che ci ha travolti mentre si consumavano gli incendi ad agosto, che vogliamo andare fino in fondo nell’esercizio del diritto di vigilanza sulle operazioni di pulizia e di quelle successive che verranno poste in essere.

Banner

Al contempo, Le chiediamo di confrontarci in merito alla questione dell’accoglienza dei profughi afghani, un gruppo dei quali è già arrivato alle porte della città. Le associazioni si sono candidate a fornire ogni tipo di aiuto possibile, ma Lei sa bene che il servizio di accoglienza è in capo al Ministero che ha allertato gli enti locali interessati. Ed anche come Presidente della Provincia Lei è in prima fila nell’organizzazione del processo di accoglienza.

Riteniamo, dunque, che sia opportuno incontrarci per poter discutere delle azioni comuni che possono vederci fianco a fianco.

In attesa di un riscontro positivo, Le inviamo i nostri saluti”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner