Catanzaro. Uccise e rapinò Antonia Rotella: la Cassazione conferma 20 anni di carcere per "Lupin"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro. Uccise e rapinò Antonia Rotella: la Cassazione conferma 20 anni di carcere per "Lupin"

  03 novembre 2021 09:29

L'aveva immobilizzata, legandole mani e piedi  e per non farla urlare le aveva messo un fazzoletto sulla bocca. Le aveva cagionato la la morte per asfissia meccanica da soffocamento. Tutto per rubare soldi e gioielli.

Era il 22 agosto del 2015 e la tragedia si consumò in un appartamento di via Turco a Catanzaro. Ora, è diventata  definitiva la condanna a vent'anni di reclusione per Leonardo Procopio, 52enne conosciuto come Lupin, accusato dell'omicidio  della 89enne Antonia Rotella. 

Banner

 A distanza di sei anni   la Corte di Cassazione ha emesso il suo ultimo verdetto. Nell'aprile del 2019 la Suprema Corte aveva  annullato una prima sentenza della Corte d'Appello limitatamente al tema dell'imputabilità di Procopio. Il 18 settembre 2020 il secondo processo d'appello è terminato con la concessione delle circostanze attenuanti generiche e la conferma a venti anni di reclusione. Pena già inflitta il 2 luglio 2016 dal giudice dell'udienza preliminare del Tribunale di Catanzaro all'esito di giudizio abbreviato. 

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner