Chiaravalle centrale, la dura lettera del consigliere Foti sul rendiconto 2023

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Chiaravalle centrale, la dura lettera del consigliere Foti sul rendiconto 2023

  29 giugno 2024 17:40

Di seguito il testo della lettera del consigliere Claudio Foti.

“Presidente del consiglio, Assessori, consiglieri tuti, èdoveroso sotolineare l'enorme ritardo accumulato nela. B nvacazidne:del adiernaseduradrconsigia:comunalepera provazionedelrendicontodibilancio2023)In contrasto soni principi dela maggioranza consiliare àcui appartengo:

Banner

In merito al rendiconto di bilancio 2023, Intervengo oggi con ol stesso spirito di serietà eresponsabilità ce ha sempre contraddistinto il mio impegno in guesta assise, Purtroppo, però, non posso esimermi dal manifestare Ila mia profonda delusione e preaccupazione per li contenuto di questo documento, stante ireiterati richiami sottolineate dallo scrivente in occasione dei consigli ma soprattutto nelle varie comunicazioni Indirizzate agli ufiolnonche verball

A‹ mo avvisa, lrendidonto non solo nón rispecchia al reale situazione finanziaría del nostro Comune, ma al mancanza di coraggio ni alcunè scelte potrebbe addirittura aggravare ál gla critica situazióne:

Banner

Da diversi anni, ormai, non tio cessato di evidenziare el gravi criticità che costelano inumeri del bilancio. Ho sollevato dubbi sula corretta rilevazione dei debiti, ho segnaláto al confusione che ancora oggi si registra nel pasaggio post dissesto, eoh mesoni luce l'inatendibilità dei dati, che id fato inficiavano l'afidabilità stessa defibilancioconsuntivoed previsione:

Purtroppo, i miei, appeli sono sempre caduti nel vuoto. Le mie osservazioni sono state ignorate, el mei proposte relegate al rango di semplici critiche costruttive;

I rendiconto di bilancio 2023 non fa cie confermare el preoccupazioni espresse, il documento presenta numerose. irregolarità contabili; mancanza di coraggio nel'assunzione di responsabilità per l'atuazione di misure importanti e obbligatorie. I dati presentati sono distorti e non rappresentano al situazione reale; Di conseguenza, non è possibile avere una visione chiara e oggettiva dele finanze del Comune:

Questo rende pressoché impossibile programmare interventi mirati al risanamento dei conti, mettendo a rischio al stabilità stessa dell'Ente é, soprattutto, precludendo ogni vistone sule prospettive future.

Ci troviamo di fronte auna situazione di stallo, dove al gestione quotidiana eimprovisata ha ormai preso li sopravento sula pianificazione, che questa maggioranza aveva promeso come faro guida per il suo mandato.:

Non possiamo piutergiversare. Ègiunto li momento di afrontare con corassio questa insostenibile situazione. Rivolgo un appelo al coleghi dela maggioranza: ènecessario fare chiarezza us quanto accaduto eassumere: finalmente el proprie responsabilità.

Basta parole, servono fati cancreti. Occore un impegno solido econdiviso per risanare (conti del Comune, riportare trasparenza elegalitã nela gestione dela fihanza púbblica.

Comegài sortolineatoneiprecedenticonsiglicomunalidel29novembre202edel6giugno2023, opportuno precisare alcuni punti salienti.

L'Organismo Straordinario di Liquidazione versa ale casse comunaliuna liquidità di 647.137,35 euro: Rimangono tuttavia da riscuotere residut ativi per un importo pari a2.999.389,35 éuro, Questi crediti si rifériscono al periodo compreso tra li 207 eli 2014 eriguardano principalmente IMU, tassa sul rifiuti eservizio idrico (anni 2011-2012-2013-2014) e di residui passivi distinti tra debiti non transati da dover pagare per un importo parliad €287,199,55 eda accantonare per €1.666.800,97 legati aprocedimenti giudiziari ni corso. Nel dettaglio èpossibile rilevare cher

Del debiti non transati, atuto li 31.12.2023 sono stati emesi mandati per complesivi €182.873/42.

Di residut ativi ad riscuotere per €2.999.389,35 ne risultano iscritini bilancio €1.721.800 senza dare evidenza ni nesun ato di quanto riscosso ála data del 31.12.2023, di quanti stralciati e/o accantonati.

 

 La Corte dei Conti ritiene, infatti, che ir occasione del riaccertamento ordinario dei residui, oltre ala necessità di accantonamento al fondo crediti iddubbia esigibilità, secondo el norme del pincipio contabile al: 4/2;grava sullente un onere motivazionale modulato ni modo differente ni base all'anzianità del crediti.nI particolare, quellidr anzianità infratriennale si presumono esigibilie laddove l'ente intenda eliminari dal conto del bilancio deve fornire adeguatamente el congrue eplausibili ragioni, Nel caso di crediticon anzianità compresa tra 3e 5anni glistessi non si presumono né esigibili'hé inesigibili. Pertanto, l'ente déve motivare adeguatamente sia il loro stralcio che li loro mantenimento. Valutazione che deve essere condotta sulla base dell'esame delle

circostanze concrete. Peri crediti d/anzianità superiore a 5 anni, in base alla léttera e) del comma 6 dell'articolo 1 del Digs 118/2011/si determina una vera epropria Inversione dell'onere dela prova gravante sull'ente, In altri termini, l'ente deve dimostrare el puntuali ragioni per cui invece di stralciare il credito, al stesso viene mantenuto ni bilancio: Eanzi l'intensità del'onere motivazionale èdirettamente proporzionale al'anzianità del residuo attivo mantenuto: lI residuo cioè si presume inesigibile, salvo che l'ente non fornisca idonee motivazioni per li suo mantenimento, Inatti rispeto al numeri rilevanti non risulta nessuna analist puntualé: esegulta, cosa molto gravi reiteratamente sottolineata dalo scrivente.:

Si continua nonostante imieil reiterati appeli da parte delo scrivente agenerare confusione tra residuf ricadenti nella gestione commissariale e post dichiarazione dissesto:

Come oramai not Il comune di Chiaravale Centrale non rientra nela fatispecie di enteni disesto finanziario. Ragion per cui la gestione contabile ritorna ad essere in bonis.

Essere "tornatini bonis" per un comune, nel'ambito economico-finanziario, significa che lente ho superato una situazione di dissesto finanziario e ha ripreso una condizione di stabilità e sostenibilità.

lI ritorno ni boris è un traguardo Importante per un comune, ni quanto rappresenta al fine di un periodo di: difficoltà economica e l'avvio di una nuova fase di crescita e sviluppo;

La situazione ereditata dalla Commissione Straordinária di Liquidazione ha inevitabilmente comportato dele: ripercussioni sule risultanze contabili del'Ente, con particolare riferimento al cd AFL (fondo anticipazione di liquidità DL,, 35/2013): La nuova modalità di contabilizzazione imposta dal FAL comporta una proiezione di. ripianamento del debito residuo spalmato in 10 anni.

Purtroppo, si registra una preoccupante mancanza di azioni concrete per affrontare questá critícità: Sembra: che. l'Amministrazione stra trascurando al: questione, come se al gestione ereditáta dái commissari appartenesse ad un altro ente.

Questo ateggiamento e estremamente grave edenota una preoccupante superficialità nel'affrontare un problema così rilevante per le finanze del Comune.

Púrtroppo, la perdurante confusione nela gestione economico-finanziaria del Comune non può che destare seria preoccupazione.

Entrando nel merito, è possibile evidenziare alcuni del tanti aspetti critici:

Errata contabilizzazione FAL, non rispecchia i principi contabili, assenza di vincoli nel risultato di amministrazione (non si rilevano vincoli relativi a contrattazione decentrata per esempio o altre risorse: vincolate), assenza di FPV.e presenza di residul importanti per entrate espese di nvestimento ni contrasto con principio 4/2, FCDE sottostimato in base alla mole dei residui attivi mantenuti nel titolile ill, fondo contenzioso sottostimato; errata gestione: delle somme provenienti dal dissesto in quanto le poste si neutralizzano e sono: contabilizzate male soprattutto per 1fondi passivi 7quali vengono neutralizzati da una entrata fittizia.

Residui riaccertati senza motivazione eresidui mantenuti soprattutto in entrata TiTl.elll'Importanti

La non corretta contabilizzazione del vincoli edegli accantonamenti incide sugli equilibri di bilancio complessivi: e di parte corrente.

Il non rispetto del principi contabili denota una non corretta esposizione del risultato di amministrazione disponibile e li non puntuale riaccertamento dei residui che ovviamente inficía li risultato di amministrazione, Inoitre non si evincono cronoprogrammi di spesa per le opere pubbliche tali da giustificare l'assenza di formazione di FPV ereimputazione degli impegni edegli accertamenti. Sicuramente non tutte le opere previste; hanno avuto compimento e sono di competenza esclusiva del 2023

Inevitabilemnte questa situazione, l'assenza di scelte edecisioni importanti avranno riflessi neali anni a venire. Evito di entrare nel merito del debiti potenziali e dei ritardi nei pagamenti che di fatto rappresentano gli elementi preliminari di un ente alle soglie di un secondo dissesto. Problematica da sempre sollevato ma rimasta nel dimenticatoio. Questi elementi indicano che li comune si trova ni una situazione finanziaria critica erischia un secondo dissesto se non vengono intraprese azioni corretive.

 

 La situazione finanziaria del nostro Comune desta seria preoccupazione, L'incapacità di gestire correttamente le risorse pubbliche e l'immobilismo sulle scelte da dover attuare ha portato ad una situazione di grave instabilità, con conseguenze negative che si potrebbero ripercuotere sull'intera comunità,

Le scelte effettuate appaiono spesso improvisate e prive di una visione strategica di lungo periodo. Còi ha generato un clima di incertezza einstabilità, ostacolando al realizzazione di progetti concreti edi valore per al comunità.

I principi di sostenibilità che dovevano ispirare l'azione di questa amministrazione sono stati completamente disattesi. Si pensa ala gestione quotidiana adiscapito di un'azione programmatica seria.

Con al presente manifesto al mia ferma contrarietà all'approvazione di questo rendiconto, così come già espresso ni occasione del bilancio di previsione.

Si tratta di un documento che non solo non rispecchia al reale situazione finanziaria del nostro Comune, ma rischia di compromettere seriamente li futuro delle generazioni avenire.

Non è più possibile accettare questa gestione superficiale e irresponsabile dele finanze pubbliche. Ènecessario un cambio di rotta radicale, con l'adozione immediata di misure correttive e l'avvio di una gestione finanziaria più seria e lungimirante.

Non possiamo più permettere che li nostro Comune sia vittima di una politica miope e irresponsabile del "tirare acampare', che rimanda iproblemi ale generazioni future.

Questa strategia miope va contro i principi egli obiettivi che questa stessa maggioranza ela precedente aveva solennemente promesso sin dal suo insediamento.

Ègiunto li momento di abbandonare el false promesse e di agire con serietà e coraggio per costruire un futuro migliore per li nostro Comune.”

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner