Cisl Magna Graecia Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia, è Daniele Gualtieri il nuovo segretario generale

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Cisl Magna Graecia Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia, è Daniele Gualtieri il nuovo segretario generale
Daniele Gualtieri
  14 maggio 2024 15:31

E’ Daniele Gualtieri il nuovo segretario generale della Cisl Magna Grecia Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia. Eletto alla presenza del segretario generale nazionale Luigi Sbarra, durante il Consiglio generale della Cisl Magna Grecia, in corso nel Popilia Resort di Maierato Maierato (VV), Daniele Gualtieri, attuale segretario generale territoriale della Fai Cisl, prende il posto dell’uscente Salvatore Mancuso, il quale, nell’aprire i lavori, ha evidenziato il clima di grande entusiasmo e condivisione. «Con Daniele Gualtieri facciamo una staffetta: noi professiamo con i fatti la politica del rinnovamento. L’Ust che lascio - ha aggiunto Mancuso - è una macchina chiavi in mano, ben rodata dal punto di vista organizzativo e politico, che ha assunto una dimensione importante all’interno della Regione, essendo la prima Ust della Calabria». 

Banner

Gualtieri e Sbarra

Banner

«Il nostro compito - ha detto il neo segretario Gualtieri nel corso del suo intervento - sarà quello di creare una forte sinergia con le organizzazioni datoriali e tutte le istituzioni per combattere il fenomeno delle morti sul lavoro. La nostra priorità è quella della sicurezza sul lavoro, che vogliamo perseguire salvaguardando le aziende sane, puntando sulla formazione, avviando un confronto e una sensibilizzazione alle istituzioni competenti per far sì che vengano rafforzati i controlli e le verifiche nelle aziende, per tutelare i lavoratori e sconfiggere fenomeni presenti nel nostro territorio, come il caporalato, lo sfruttamento, il lavoro nero, il lavoro sottopagato. Vogliamo lavorare per la prevenzione oltre che sulla repressione, battaglie per le quali servono sinergie che servano anche a sviluppare le potenzialità del territorio». Gualtieri ha parlato anche delle nuove sfide del mercato del lavoro: «Dobbiamo allargare la nostra attività alle nuove tutele che si rendono necessarie in un mercato del lavoro in continua evoluzione e in cui è forte il tema del precariato. Per questo vogliamo collegare il sindacato al mondo giovanile, alle università e alle scuole, proprio per far comprendere il ruolo del sindacato anche come luogo ideale di partecipazione e di confronto». 

Banner

“Speriamo che in questa campagna elettorale per il rinnovo del Parlamento Europeo si parli di come costruire una vera politica comune in Europa su crescita, tutela del lavoro, fisco, sicurezza, difesa. Bisogna dare valore “costituente” alla prossima legislatura. Va cambiato il patto di stabilità, centrato oggi su profili e logiche di rigore finanziario. Dobbiamo rilanciare l’impegno su tutela, qualità e sicurezza del lavoro a partire dalla proroga del fondo SURE e tutti gli altri strumenti di tutela dell’occupazione” afferma il leader Cisl Luigi Sbarra concludendo i lavori del Consiglio Generale della Cisl. 

“Dati i vincoli del Patto di stabilità europeo- ha sottolineato Sbarra - le risorse non potranno essere ricavate in deficit, né accetteremo tagli lineari o “saldi di Stato”. Al Ministro Giorgetti diciamo che la nostra ricetta è chiara: razionalizzare la spesa improduttiva, recuperare risorse da sprechi e sperperi, tagliare miliardi di fondi erogati e distribuiti a pioggia e soprattutto introdurre un contributo di solidarietà per le multinazionali di logistica ed economia digitale, per i colossi della farmaceutica, aumentando il carico fiscale sulle grandi rendite immobiliari e finanziarie. Bisogna inasprire la lotta ad evasione ed elusione, istituendo anche un Fondo per l’economia reale che canalizzi su base volontaria e con adeguate garanzie statali e rendimenti quote di risparmio degli italiani”. Per Sbarra “bisogna affrontare gli squilibri sociali e territoriali, a partire proprio dal nostro Sud. Occorre fermare la fuga dei giovani e la desertificazione del territorio, investendo sul capitale umano, puntando su innovazione, nuove tecnologie, sostenibilità ambientale, sanità, riqualificazione del patrimonio urbano, inclusione sociale.

Per questo dobbiamo rafforzare la “governance ”  partecipata  per spendere bene le tante risorse del Pnrr, velocizzare i cantieri, con il controllo su legalità e l’adeguata qualità della spesa, con condizionalità sociali per ogni euro erogato, assumendo e stabilizzando il personale negli enti locali, nella Pubblica amministrazione, nella sanità, nella scuola, l’università e la ricerca. La Zes unica per il Mezzogiorno e’ una straordinaria opportunità per colmare i divari con il resto del paese”. Sul tema della sicurezza. Sbarra ha detto che “e’ una vergogna che ogni anno ci siano più di mille morti nelle fabbriche, sui campi e nei cantieri, nelle comunità lavorative. Anche ieri ed oggi altre vittime. Va costruito insieme, un grande patto che spezzi questa scia di sangue. Più controlli, formazione, prevenzione, informazione, estensione a tutti i settori della patente a crediti, maggiori poteri alle Rls.

La sicurezza non deve essere più considerato un costo dalle aziende ma un investimento per per la tutela della vita umana che viene prima del profitto”,  ha ribadito il numero uno di via Po ricordando come “l’iniziativa della Cisl e’ finalizzata a dare continuità alla  mobilitazione nei luoghi di lavoro ed a livello  territoriale e regionale per la salute e la sicurezza negli ambienti lavorativi ed anche per sostenere la proposta di legge sulla partecipazione con l’obiettivo di accelerare l’iter parlamentare di trasformazione in legge”.

Il leader Cisl ha ringraziato Salvatore Mancuso che ha guidato in questi anni la Cisl Magna Grecia– Catanzaro Crotone e Vibo Valentia- con grande competenza, unità, visione innovativa, umiltà. "La sua lunga esperienza sindacale e riconosciuta professionalità sarà ancor più utile alla Cisl in una stagione nella quale dobbiamo saper guidare i cambiamenti della società e del mondo del lavoro” afferma. Sbarra ha naturalmente augurato buon lavoro a Daniele Gualtieri, nuovo segretario generale della Ust Cisl Magna Grecia. “Un giovane e competente sindacalista, che sono certo saprà guidare questa importante struttura territoriale del Sud esaltando  il protagonismo della Cisl, con visione ed innovazione contrattuale, capacità di fare squadra,  partecipazione ed inclusione sociale”

Su proposta del nuovo segretario, il Consiglio generale ha eletto anche la nuova segreteria, composta da Marina Marino e Luigi Tallarico. 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner