Codacons: "La proroga del taglio accise è una presa in giro"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Codacons: "La proroga del taglio accise è una presa in giro"
Il logo del Codacons

"Si tratta di un provvedimento che non risolve affatto l'emergenza prezzi e non affronta in modo efficace il problema dei carburanti"

  31 agosto 2022 15:55

 “Una misura ridicola che rappresenta una presa in giro per gli italiani". Così il Codacons boccia il taglio delle accise prorogato da Mite e Mef al prossimo 5 ottobre. 

“Si tratta di un provvedimento che non risolve affatto l'emergenza prezzi e non affronta in modo efficace il problema dei carburanti, con i listini alla pompa che sono tornati a salire" si legge in una nota diffida dal Codacons.

Banner

"Oggi il gasolio costa oltre il 20% in più rispetto allo scorso anno, con effetti diretti sui prezzi al dettaglio, e di fronte a tale situazione limitarsi a prorogare ogni mese il taglio delle accise non è più sufficiente".

Banner

"Contestiamo anche l'inutile richiesta di prolungare fino a fine ottobre la riduzione delle accise, perché l'emergenza va risolta in modo serio, senza ricorrere a misure tampone, attraverso provvedimenti in grado di bloccare la crescita dei prezzi alla pompa di benzina e gasolio sul lungo periodo", conclude il Codacons.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner