Comunali Catanzaro, dal Pd ancora nessuna indicazione sul candidato a sindaco. E si "apparecchia" un altro "tavolo"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Comunali Catanzaro, dal Pd ancora nessuna indicazione sul candidato a sindaco. E si "apparecchia" un altro "tavolo"

  04 marzo 2022 21:31

di ENZO COSENTINO

Pd, sulla candidatura a Sindaco di Catanzaro, glissa ancora. Idee poco chiare?  A cosa è servito, allora, convocare a Roma nei giorni scorsi, i tre candidati “volontari” ma dei quali soltanto due (Aldo Casalinuovo e Nicola Fiorita) hanno aderito di incontrarsi, separatamente, con Francesco Boccia, Responsabile nazionale del Partito per gli Enti locali?

Banner

Valerio Donato ha ringraziato ed è rimasto in sede per continuare la sua campagna elettorale a dimostrazione che non intende rinunziare alla sua scelta autonoma di rappresentare una posizione fermamente civica.

Banner

Però la riunione romana potrebbe essere stata anche utile e determinante. Non ufficializzarla è stata forse una scelta tattica per tentare di convincere la base dem catanzarese che la decisione non viene calata dall’alto. La riunione romana è stata importante tanto che si sarebbe voluto tenerla “segreta”.   

Banner

Oggi intanto si è svolta a Lamezia Terme presso la sede regionale del Partito Democratico, una riunione alla quale hanno partecipato: il segretario regionale Nicola Irto, il segretario provinciale di Catanzaro Domenico Giampà, l’on. Antonio Viscomi, i consiglieri regionali Ernesto Alecci e Raffaele Mammoliti, il Presidente dell’assemblea regionale del PD, Giusy Iemma e il segretario cittadino di Catanzaro Fabio Celia.

In una nota il Pd scrive che “Sono stati affrontatati diversi temi politici di attualità come lo stop alla stabilizzazione dei precari appartenenti al bacino dell’ex legge 15, sottolineando la beffa e la delusione dei circa 70 lavoratori precari che pagano uno scontro politico interno al partito di Forza Italia. La Ministra Mariastella Gelmini ha infatti impugnato la legge regionale per la stabilizzazione del precariato storico della Regione Calabria presentata alla vigilia di Natale con enfasi dalla Giunta Occhiuto.” La nota informa che “si è discusso, infine, dell’assemblea del Partito Democratico di Catanzaro, che si terrà domenica alle 17.30 presso la Fondazione Terina dove sarà proclamato coordinatore provinciale Domenico Giampà, delle prossime elezioni amministrative della città capoluogo di regione , dove il Partito Democratico dovrà tornare ad essere centrale e trainante per tutta la coalizione di centrosinistra”.

A tal fine comunica il Pd “è stato costituito un tavolo di lavoro permanente per la formazione della lista del PD e per l’individuazione del candidato sindaco.” Individuazione del candidato sindaco? Nuova audizione dei candidati già ascoltati a Roma(per tentare una ulteriore mediazione che in partenza è destinata a lasciare il tempo che trova). C’è stata qualche voce che ha buttato nella discussione di oggi la eventualità di consultazione degli iscritti (360 o qualcosa giù di li) e poi una forma di primarie di coalizione alla quale però proprio nell’ambito della coalizione vi sono opposizioni all’idea già altre volte tirata in ballo. Più il Pd catanzarese tenta di far passare l’idea di partito unito più non ci riesce. Colpa del caos che regna al suo interno dove tutto c’è al momento fuorché la condivisione di una linea. Forse perché manca una linea.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner