Comunali Catanzaro, Donato: "Positivo mio nome sul tavolo del centrodestra. Ire isteriche di altri candidati"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Comunali Catanzaro, Donato: "Positivo mio nome sul tavolo del centrodestra. Ire isteriche di altri candidati"

  11 febbraio 2022 21:26

di GABRIELE RUBINO

Nel giorno in cui il Pd, tramite il rappresentante degli Enti Locali Francesco Boccia, avvia l'operazione Catanzaro all'insegna della ricerca dell'unità, i competitor in campo dell'area del centrosinistra, proprio oggi a rapporto dai dem, sembrano pronti a tutto meno che a un passo indietro. Fiorita sta sulle sue convinto di avere un discreto vantaggio sull'essere il prescelto, Casalinuovo sponsorizza un evento in programma la prossima settimana e Donato accende i fuochi della campagna elettorale. Il prof. dell'Umg, a margine dell'inaugurazione della sede del comitato elettorale (altro segnale implicito che passi indietro non paiono contemplati) dell'incontro con Boccia ha detto: "C'è stata una discussione molto serena e assai cordiale". Sulla spinta unitaria richiamata dal responsabile degli Enti locali ha precisato: "Penso sia una prima fase di discussione ma non posso prevedere esiti. Dipende da così tante circostanze che è davvero prematuro affermarlo". "Per la città voglio vincere e sono sicuro di vincere - ha detto Donato. Questa proposta ha come unico fine della rinascita di Catanzaro se poi fosse possibile attraverso un'unità delle forze progressiste non sarò io a ostacolarlo". Per Donato è "molto positivo" il fatto che il suo sia uscito dal tavolo del centrodestra. "C'è una proposta certamente di un uomo di sinistra che è all'attenzione sia dal centrosinistra e sia dal centrodestra. Si vede che l'interesse è sui contenuti".

Banner

Banner

Poi durante il breve discorso di fronte alla platea: "La nostra è una proposta vincente. La proposta, come avete potuto notare, è di grande interesse sia per il centrosinistra e sia per il centrodestra. Anche nel tavolo del centrodestra si propone, certo un'ipotesi ancora astratta e non si sa bene con quale futuro; ma è espressione di contenuti di una proposta con esiti che danno molto fastidio. Se per un verso suscita le ire scomposte, isteriche di alcune (poche) persone vicine a qualche candidato, i quali sono dimentichi della loro storia e di un pezzo importante di storia di questa città". Donato ha poi fatto riferimento a pesanti attacchi ricevuti (via Cosenza) su cui è pronto anche a difendersi per via giurisdizionale. S'infiamma e non poco quindi la campagna elettorale a Catanzaro. E se per il Pd l'obiettivo è l'unità delle forze 'progressiste', l'obiettivo sembra ancora parecchio distante.  

Banner

 

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner