Comunali Catanzaro, la candidata Donatella Argirò (Catanzaro al centro): "Io tra la gente con la gente"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Comunali Catanzaro, la candidata Donatella Argirò (Catanzaro al centro): "Io tra la gente con la gente"

Per una Catanzaro “nuova”  insieme al candidato a Sindaco Antonello Talerico, Donatella Argirò illustra il suo programma per "arrivare tutti insieme a un traguardo"

  28 maggio 2022 09:58

Messaggio di Donatella Argirò,  candidata nella lista Catanzaro al centro, con candidato a sindaco Antonello Talerico:

"Competenza e professionalità, le parole che risuonano nel mio percorso ; mi sono sempre dedicata nella mia attività professionale ad ascoltare i ‘silenzi’ dal mio studio di psicoterapeuta, alla mia attività presso diversi istituti penitenziari della regione Calabria.

Banner

Tante le storie, i drammi, le problematiche che ho incontrato nel mio percorso con un solo intento: raggiungere il proprio benessere  e la stabilità psico-fisica.

Banner

Oggi grazie al mio percorso di Funzionario presso il Dipartimento della Sanità della regione Calabria, di  Giornalista e Comunicatore Pubblico, nonché di psicologo–psicoterapeuta ho avuto modo di conoscere e prendere in carico  i bisogni della collettività, ed ho compreso  che questa nostra bella  e cara  città  di Catanzaro, ha necessita di un salto qualitativo, oggi più che mai.

Banner

Politica per me significa principalmente ascolto degli invisibili, quelle persone che per vari condizioni, oggi vivono ai margini della società, esclusi dai processi di integrazione e partecipazione alla vita sociale.

Il mio impegno di candidata al Consiglio Comunale nasce proprio da questi principi che spesso vengono ‘dimenticati’, l’apparire - essere sotto i riflettori- spesso porta chi si impegna nella gestione della cosa pubblica a perdere di vista i bisogni reali della persona .

Io voglio essere ‘differente’ dal contesto  politico, la mia storia professionale e personale rispecchiano questi valori, non serve scrivere o parlare troppo, serve osservare la storia per guardare il futuro.

Tutti devono avere l’opportunità di accedere e partecipare alla vita  sociale e amministrativa della nostra città, per cui occorre l’eliminazione di tutte le barriere architettoniche.

Io mi candido chiedendo un voto per una città finalmente inclusiva e rispettosa degli ultimi, il mio programma si racchiude in una sola parola: rispetto della dignità e dei bisogni di ogni persona”.

Io con la gente tra la gente per arrivare tutti insieme ad un traguardo. Ora partiamo per arrivare tutti insieme ad un traguardo: benessere e servizi efficienti per tutti. Dipende da noi, dal nostro volere,  abbiamo il coraggio di cambiare tutti insieme 
 
La persona prima di tutto.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner