Comunali Catanzaro, la trottola impazzita nel centrodestra in attesa di assestarsi al prossimo vertice

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Comunali Catanzaro, la trottola impazzita nel centrodestra in attesa di assestarsi al prossimo vertice
Palazzo De Nobili
  22 febbraio 2022 21:15

di GABRIELE RUBINO

Nomi bruciati, ricorrenti, trapelati (o fatti trapelare), saltati, ritirati e nascosti. La caccia al candidato a sindaco del centrodestra è reduce da due riunioni non nate benissimo e finite peggio. Il prescelto alla successione di Abramo a Palazzo De Nobili resta un enigma. Fra strategie sbagliate, tattiche dilatorie e vertici prima allargati e poi ristretti finora la partita condotta dall'attuale maggioranza è stata tutt'altro che impeccabile. Viziata da incaponimenti e personalismi (nel bene e nel male) ha funzionato un po' come la macchinetta dei ticket delle strisce blu di Corso Mazzini che pensa di essere a via De Gasperi: inserisci un nome e il tagliando te ne stampa uno diverso.

Banner

Che sia forse arrivato il momento di fare sul serio ci sono arrivati più o meno tutti così, anche per restituire dignità a un tavolo politico che fino a prova contraria dovrebbe scegliere il primo cittadino del capoluogo della Calabria, ci si è ridati appuntamento per il fine settimana. La giornata, salvo modifiche, dovrebbe essere quella di venerdì e forse, con un grosso condizionale, sarà quella decisiva. Secondo alcuni anche a costo di votare a maggioranza. Una sorta di consultazione indiretta dei grandi elettori, cioè con i gradi per essere invitati al vertice in cui forse si sceglierà non solo su un preselezionato ma ci sarà una sorta di ballottaggio fra una manciata di 'tecnici' e 'politici'. 

Banner

Finora hanno ritirato la loro disponibilità prima Baldo Esposito e poi Saverio Loiero. Chi non lo ha fatto resta alla finestra, seppure con prospettive e ostacoli differenti e sono il presidente del Consiglio Marco Polimeni e l'avvocato Antonello Talerico. Siccome lo stallo è politico, negli ultimi giorni è emersa una pletora di figure della società civile. Preferibilmente, avvocati, commercialisti e medici. Un nome parecchio gettonato nelle ultime ore arriva dall'università ed è quello di Arturo Pujia. Si è anche parlato del dott. Giuseppe Raiola. Profili circolati nelle chat e che sono rimbalzati fra i telefoni degli esponenti della coalizione, con l'avvertenza che spesso sono semplici suggestioni o ipotesi. Proprio questo tam tam vorticoso rende l'idea della giostra fuori controllo che è diventata lo scouting al candidato a sindaco del centrodestra. Del resto per come si è sviluppata e come sta finendo la consiliatura dell'Abramo quater, lo scenario non poteva essere diverso. Finora tutti hanno dato per scontato che il centrodestra andrà unito e compatto ma ormai nessuno esclude che qualche pezzo possa essere perso per strada. Magari, perché attirato dalle sirene di Valerio Donato.    

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner