Comunali, c'era una volta il centrodestra... unito: lo scenario a Catanzaro

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Comunali, c'era una volta il centrodestra... unito: lo scenario a Catanzaro

  06 aprile 2022 16:49

di ENZO COSENTINO

Catanzaro capitale! Si, del trasformismo politico più evidente e veramente sfacciato. Ma loro, i politicanti, non arrossiscono. Hanno sempre le cosiddette “pezze a colori”. Trappole per i cittadini.

Banner

E’ il caso di dire: a Catanzaro c’era una volta il centrodestra, schieramento compatto, dominante la scena politico-amministrativa. Per quattro legislature ha governato la Città. Tutte con Sergio Abramo Sindaco. Primato nazionale con il limite massimo di candidature. Oggi il centrodestra ha ceduto, abdicato al ruolo trainante. E’ a rimorchio, invece, della “sinistra” avendo perduto il marchio d’origine “centrodestra”.  Una situazione della quale vorrebbe approfittarne il centrosinistra. Il suo alfiere locale - con la solenne benedizione di Letta, Boccia, Irto (PD) e di Conte, l’ex premier (Cinque Stelle) - è il candidato a Sindaco, Nicola Fiorita. Il Pd gli ha messo a disposizione per tutto quel che concerne l’organizzazione specifica del momento elettorale (liste e altro), Marziale Battaglia. Il tavolo permanente moniterà ogni mossa. Intanto con il loro supporto  Forza Italia, Lega, e loro aggregati puntano a portare il prof. Valerio Donato al ballottaggio. Ma tra la data del primo voto (12 giugno) e quella dello “spareggio” (26) vi sarà spazio temporale per altri possibili accordi contro natura politica in cambio di ricompense quando si dovrà distribuire la golosa torta del potere a Palazzo de Nobili.

Banner

Le linee di tendenza nel configurare lo scontro portano al binomio Nicola Fiorita- Valerio Donato. Su quest'ultimo per ora ufficialmente solo Forza Italia dovrebbe avere una lista. La Lega invece mette a disposizione una lista ma senza simbolo. Di Fratelli d’Italia per ora si sono perse le…tracce. Nell’elettorato catanzarese che solitamente ha votato, per convinzione o per abitudine partiti di centrodestra, si avverte un senso di smarrimento. Un disaggio che potrebbe tornare utile, invece, agli altri due autorevoli candidati a Sindaco: Francesco Di Lieto e Antonello Talerico.  Di Lieto, avvocato, vice presidente nazionale di Codacons. Talerico avvocato, presidente del COA, con una lusinghiera performance elettorale alle regionali, risultando il primo dei non eletti di FI (è stata la sua prima scesa in campo da candidato (FI, con cui ha però rotto i ponti). Entrambi sono decisi e pronti a fare la loro parte in questa partita elettorale dai continui risvolti. Catanzaresi al voto il 12 di giugno sarà disponibile una “mappa dei piaceri”, un filo d’Arianna per uscire dal labirinto della politica e veder…le stelle brillare”? Non quelle che metaforicamente si…vedono quando si riceve un pugno sull’occhio!

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner