Comunali, Donato: "Scrutatori? Ero per il sorteggio, ma mi dicono che possono esserci più svantaggi che vantaggi"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Comunali, Donato: "Scrutatori? Ero per il sorteggio, ma mi dicono che possono esserci più svantaggi che vantaggi"

  19 maggio 2022 19:42

"Siamo partiti con una proposta politica confezionata a Catanzaro, senza imprimatur da parte di nessuno. La comunità politica ha risposto liberamente e democraticamente in maniera positiva. Dieci liste con grande sforzo, anche superando barriere ideologiche, hanno aderito a questa proposta che evidentemente hanno ritenuto il contenuto apprezzabile. Sono molto contento nonostante i vari tentativi di ostacolare questo percorso", lo ha detto il candidato a sindaco Valerio Donato, prima della convention di questo pomeriggio al Comunale di Catanzaro. 

CAMPAGNA ELETTORALE- Sull'andamento della campagna elettorale è netto: "La barbarie della politica. La politica ha fatta di contenuti per i cittadini. Quando invece si tenta di denigrare gli altri, gli avversari per metterli in difficoltà in verità non è politica. E' altro". Poi a chi gli chiede se negli ultimi giorni siano cambiati gli equilibri, Donato precisa: "Ho sempre giudicato la competizione elettorale quanto più ricca quanto più persone ci siano che scelgono democraticamente di candidarsi. La molteplicità è ricchezza. C'è un confronto serrato, quando è sui contenuti è positivo. Non so ponderare gli equilibri, mi limito a formulare una proposta". 

Banner

QUESTIONE SCRUTATORI- Sulla questione della elezione o della nomina degli scrutatori, ha detto: "Sugli scrutatori mi ero schierato per il sorteggio. Mi dicono che il sorteggio nel corso di questi anni, e mi meraviglia che gli altri consiglieri comunali non l'abbiamo percepito anche quelli di minoranza, si finiva per dare un grande svantaggio per le persone estratte. Essendo un pubblico ufficiale, il componente di seggio, doveva presentare, in caso di impedimenti, una certificazione con la quale si attestava che c'era un impedimento. La mancata giustificazione comporta che le carte vanno in Procura e finiamo piuttosto che fare un vantaggio uno svantaggio. Mi sono limitato a dire che, indipendentemente dalla composizione attuale del Consiglio comunale, ogni coalizione abbia dei rappresentanti. Ho chiesto alla commissione di recepire tutte le disponibilità formulate non dalla singola lista ma che ogni coalizione possa segnalare alla commissione i nomi di chi ritiene possa rappresentare la coalizione. Quando qualcuno segnala il proprio figlio o il proprio fratello tutta quella terzietà e benevolenza viene meno, questo forse meriterebbe un approfondimento più significativo sulla ipocrisia della retorica".  

Banner

 

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner