Comunali, la chiusura di Donato: "Il nostro non è un progetto qualunque ed è nato a Catanzaro"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Comunali, la chiusura di Donato: "Il nostro non è un progetto qualunque ed è nato a Catanzaro"

  10 giugno 2022 21:46

"La proposta ha l'ambizione di dare una nuova speranza a Catanzaro. E' una proposta autorevole perché autonoma e indipendente perché non ha ricevuto alcun imprimatur di un partito politico nazionale. Non nasce da un accordo preventivo da alcuni partiti, ma è una proposta che nasce qui, in questo territorio. Non abbiamo chiesto l'autorizzazione a nessuno". Lo ha detto Valerio Donato nel corso del suo intervento in occasione della chiusura della campagna elettorale a Catanzaro. 

Banner

Il candidato a sindaco ha proseguito: "Qualcuno ha scelto di farsi 'investire' dai partiti nazionali. Volevano imporre a noi chi candidare nelle nostre liste e il candidato a sindaco. E' la scelta di un'aristocrazia. Noi abbiamo scelto un'altra strada: quella della democrazia". Poi rivolgendosi anche alla sua area di provenienza, quella del centrosinistra, ha detto che "inconsapevolmente subiranno la regia di colui che veniva imputato il responsabile di una maggioranza che non è stata efficiente. La regia di due candidati a sindaco è unitaria", ha affondato. 

Banner

Infine, l'appello: "Siamo in campo da circa sei mesi. Oggi si chiede uno sforzo importante. Siamo ormai prossimi alle elezioni e abbiamo vinto queste elezioni. L'ultimo sforzo è quello di convincere tutti ad andare a votare e convincerli che il nostro non è un progetto qualunque. Altro non vogliamo che far rinascere questa città gentile".

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner