Comunali, l’avv. Giuseppe Pitaro lancia la lista “Volare alto per Catanzaro”: appoggerà Donato

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Comunali, l’avv. Giuseppe Pitaro lancia la lista “Volare alto per Catanzaro”: appoggerà  Donato
Giuseppe Pitaro
  11 aprile 2022 10:32

"Una Catanzaro che guarda al futuro senza complessi di inferiorità e con il necessario piglio decisionista, soprattutto quando si tratta di mettere a terra, o portare a compimento, le progettualità per cui sono già previste risorse ingenti da spendere e con cui promuovere, nel pieno rispetto della legalità e della trasparenza amministrativa, sviluppo produttivo e nuova occupazione". Si legge in una nota dell'Avvocato Giuseppe Pitaro.

"Una Catanzaro che, - prosegue - a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19 che ha cambiato le nostre abitudini di produrre e consumare, al punto da far dire ad alcuni studiosi che “il mondo non va ricostruito ma reinventato”, riparte ponendosi obiettivi ambiziosi. Si lascia alle spalle ogni traccia di provincialismo culturale, e accetta, con serietà e rigore, di fronteggiare, con il coinvolgimento delle sue migliori risorse umane, l’Università, il mondo associazionistico e l’ampia articolazione di istituzioni culturali, la sfida del rinnovamento, per migliorare la qualità della vita dei suoi cittadini. Ed essere, da capoluogo della Calabria, punto prezioso di riferimento, per una regione che, grazie alle ingenti risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ha l’opportunità storica di uscire dalla marginalità economica e sociale. Sull’argomento, considerando la straordinaria rilevanza del Pnrr, “Volare Alto per Catanzaro” è pronta a costituire un gruppo di lavoro per monitorare, dal punto di vista delle aspettative e delle esigenze prioritarie della città, il dossier europeo. Catanzaro città europea, bella, pulsante e intraprendente, da vivere e amare con l’orgoglio dell’appartenenza ed a cui garantire equilibrio urbanistico, armonizzando le sue diverse aree (dal centro storico alle periferie, da Nord a Sud), alla luce delle dinamiche più moderne che suggeriscono uno sviluppo eco-sostenibile all’insegna della bio-economia, dell’economia circolare, delle bio-tecnologie, della rivoluzione digitale connessa col turismo, l’agricoltura, l’artigianato e la cultura".

Banner

"È con questi presupposti che i componenti della lista “Volare Alto per Catanzaro” hanno deciso di esplicitare il desiderio di attivarsi per contribuire, ognuno con le proprie competenze e specificità, a dare una mano per la crescita economica e sociale della città. Andando oltre ogni polemica di basso cabotaggio e superando contrapposizioni fumose e ingannevoli, pregiudizi e preconcetti. Non demolendo ciò che, nel presente e nel passato, - si legge ancora - è stato fatto bene (magari per fare spazio a protagonismi sorretti da politiche astratte e confusionarie), ma per completare infrastrutture, specie quelle che favoriscono connettività e innovazione, indispensabili per lo sviluppo (Porto di Catanzaro Lido,  Metropolitana, la riattivazione della Stazione ferroviaria di Catanzaro Sala), correggere il tiro, laddove è necessario (soprattutto nei servizi pubblici non efficacemente resi ai cittadini), e migliorando le esistenze in una prospettiva di rinnovamento graduale ma decisa. L’auspicio dei componenti della lista “Volare Alto per Catanzaro” -  che si pone quale movimento civico le cui porte sono spalancate ad ogni istanza di cambiamento e  che è inclusivo di tutti coloro che ne condividano lo spirito e siano disponibili al confronto costruttivo nell’interesse della città -   è che Catanzaro, attingendo dal suo immenso patrimonio di civiltà e dalle sue antiche radici di cultura e tradizioni, salvaguardi e, al contempo,  metta a valore i suoi giacimenti ambientali, storici,  architettonici ed enogastronomici".

Banner

"Vogliamo adoperarci con slancio, competenza e abnegazione, perché la città respinga, esercitando e potenziando il suo status di capitale della Calabria, l’accusa di essere diventata il capoluogo più invisibile d’Italia. Anche perché, - evidenzia - se Catanzaro non svolge, con l’autorevolezza che occorre, la funzione di guida istituzionale (come prescrive lo Statuto della Regione e pur essendo sede del Governo regionale) e di coordinamento e sintesi propulsiva delle risorse disponibili (regionali, nazionali ed europee) da investire per sostenere la filiera imprenditoriale, rendere attrattiva l’offerta turistica e dare opportunità di lavoro  alle nuove generazioni, fermando la drammatica fuga dei cervelli,  tutta l’area centrale della Calabria seguiterà ad essere il ventre molle del sistema-regione, a sua volta  penalizzato dalle  forti spinte centrifughe in atto da più di un ventennio.  In tal senso, “Volare Alto per Catanzaro” -  mentre esprime perplessità sulla delega di recente attribuita ad un Assessore (“Azioni di sviluppo per la città Metropolitana di Reggio Calabria”) dal Presidente della Regione, in quanto formalizza la possibilità di interventi per una sola città con evidente discriminazione delle altre -  s’impegna a elaborare una proposta di legge regionale, perché finalmente, dopo mezzo secolo di regionalismo, siano adeguatamente valorizzate le funzioni (riconosciute espressamente dallo Statuto regionale) di Catanzaro capoluogo della Calabria".

Banner

"Ad avviso dei componenti di “Volare Alto per Catanzaro” è tempo di riflettere - senza irrigidirsi nei perimetri limitati (e spesso escludenti) delle forze politiche già in campo e senza lasciarsi imprigionare dalle parole d’ordine risalenti al XX secolo - su quale deve essere l’alternativa del buongoverno della città che si vuole costruire attraverso un patto di lealtà fra uomini e donne “liberi e forti”, per un rilancio della nostra città e nell’esclusivo interesse della comunità. Una città come Catanzaro, che ha nel proprio territorio strategici punti di forza (imprenditoriali, ambientali, sociali, tante infrastrutture materiali e immateriali tra cui, per esempio, la presenza di riconosciute eccellenze nella sanità pubblica e private e nella ricerca medico-scientifica), deve poter ambire a svolgere una funzione che sia utile a sé stessa, alla Calabria e al Mezzogiorno. Convinti che non verrà nessuno dall’esterno a risolvere i problemi, vecchi e nuovi, di Catanzaro - conclude - e che la soluzione populistica dell’“Uomo della Provvidenza” in politica produce soltanto scontento e delusione, i componenti della lista “Volare Alto per Catanzaro” invitano a muoverci, adesso e insieme, con intelligenza, professionalità e passione, per rompere l’isolamento della città, ridarle fiato e ossigeno e metterla in dialogo con il Paese e l’Europa".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner