Comune di Catanzaro, commissione ambiente: “Diventerà più semplice adottare un’aiuola”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Comune di Catanzaro, commissione ambiente: “Diventerà più semplice adottare un’aiuola”
Il Comune di Catanzaro
  30 giugno 2021 16:54

La commissione consiliare all’Ambiente presieduta da Eugenio Riccio ha individuato una possibile soluzione per rendere più semplice adottare un’aiuola. La decisione è stata presa nel corso di una riunione, che si è tenuta in sala Concerti, alla quale hanno partecipato il presidente del Consiglio Marco Polimeni e la dirigente del settore Igiene e Ambiente Simona Provenzano.

La commissione redigerà un atto di indirizzo, che dovrà essere approvato dagli uffici, e che verrà finalizzato all’applicazione letterale dell’articolo 12 del Regolamento comunale sul verde pubblico e privato: in questo modo sarà facilitata l’adozione delle aree verdi da parte di cittadini, associazioni o gruppi di cittadini.

Banner

Non appena verranno formalizzati tutti i necessari passaggi burocratici basterà presentare una semplice domanda all’ufficio Igiene che, entro 30 giorni dalla richiesta, darà la necessaria autorizzazione comprensiva delle modalità per la gestione dell’aiuola, il comportamento da seguire e le responsabilità derivanti dall’adozione.

Banner

“L’iniziativa si inserisce nella costante volontà della commissione di facilitare le procedure amministrative per l’adozione del verde comunale e invogliare, allo stesso tempo, i cittadini. L’organismo che ho l’onore di presiedere è stato protagonista fin dall’inizio, anche nella stesura del Regolamento comunale: è stata così dimostrata l’importanza del gioco di squadra con il presidente Polimeni, i dirigenti Provenzano e Viapiana, l’assessore Concolino. Il risultato contribuirà a rendere più bella la nostra città combattendone il degrado e coinvolgendo in maniera attiva, e più semplice, i cittadini”.

Banner

Alla riunione hanno partecipato anche i consiglieri Angotti, Consolante, Sergio Costanzo, Gallo, Levato, Rosario Mancuso, Pisano, Procopi, Corsi, Renda e Mirarchi. 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner