Con "Anemos" l’Unical sale sul podio della Formula SAE Italy 2022

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Con "Anemos" l’Unical sale sul podio della Formula SAE Italy 2022

  21 luglio 2022 07:19

 Si è conclusa da pochi giorni l’edizione 2022 di Formula SAE Italy,  importante evento internazionale che si è svolto sul circuito di Varano e interessa team di studenti universitari. In gara complessivamente c’erano 64 team, di cui 54 europei, con 20 italiani, provenienti da 15 diversi atenei, e 10 extra-europei. In terza posizione, primo tra gli atenei italiani, si è posizionato il team di Unical Reparto Corse dell’Università della Calabria. In competizione gli studenti di ingegneria che hanno progettato e costruito una vettura da corsa che ha concorso con prototipi provenienti da Università di mezzo mondo in gare di velocità e abilità.

Banner

 Anemos, la vettura realizzata dal team Unical, - riporta in un comunicato l’ateneo di Arcavacata - si è dimostrata competitiva in tutte le varie prove: accelerazione, skid pad, autocross e soprattutto l’endurance che ha visto l’auto da corsa arrivare al terzo posto e ha consentito alla squadra di scalare la classifica finale superando tutte le università italiane presenti (Bologna 4°, Padova 6° e Modena 7°), arrivando dietro solo a due corazzate tedesche.

Banner

L'Unical Reparto Corse ha esperienza nella formula SAE  e già dal 2006 si confronta con importanti e, soprattutto più ricche università europee.

Banner

«Quest’anno avevamo un compito molto importante: festeggiare adeguatamente il cinquantesimo della nostra Università. E quale modo migliore per farlo? – ha detto il professor Muzzupappa al termine della gara – Dopo tante fatiche, e anche tanta sfortuna, un terzo posto che premia le capacità di un gruppo che ha saputo primeggiare a livello internazionale, pur nelle mille difficoltà dovute ad un territorio che non sa supportare adeguatamente le competenze dei nostri giovani. E in questo momento di grande soddisfazione ci tengo a sottolineare che questo risultato non è soltanto il frutto di questi 25 studenti che hanno saputo brillantemente destreggiarsi in una competizione serratissima, ma è il risultato di tanti ragazzi che prima di loro hanno saputo costruire questa splendida realtà calabrese che è l’Unical Reparto Corse. Questi giovani studenti ci insegnano una grande verità: non possiamo e non dobbiamo nasconderci dietro le difficoltà, gli imprevisti o la sfortuna; non possiamo giustificarci per un contesto che spesso ci rema contro, ci critica e ci ostacola. Se desideriamo veramente raggiungere un obiettivo, anche ambizioso, lo studio, la dedizione e la passione sono gli strumenti sufficienti per raggiungerlo».

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner