Conclusa l’esperienza al Quirinale dello chef calabrese Mercurio

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Conclusa l’esperienza al Quirinale dello chef calabrese Mercurio

  05 giugno 2019 16:46

In foto: Leonardo Mercurio e Sergio Mattarella

di PAOLO CRISTOFARO

Banner

SQUILLACE – «Sono calabrese, arrivo dal basso. Porto in groppa, come tutti i calabresi che vivono fuori, lo stampo, l’etichetta che viene apposta alla nascita e che porto con dignità, l’etichetta del malaffare, brutta cosa» ha scritto sul suo profilo Facebook lo chef Leonardo Mercurio, originario di Squillace, che con i suoi studenti dell’Alberghiero di Alberobello è stato chiamato al Quirinale per cucinare al pranzo di gala della Festa della Repubblica. Mercurio, insieme ad alcuni studenti, aveva già cucinato per Mattarella dal 6 all’11 maggio.
«Da calabrese ho imparato fin da piccolo ad apprezzare le piccole cose, quelle che per molti sono irrilevanti. La vita mi ha premiato sempre, per questo mi reputo fortunato» ha continuato nel post con allegata la foto della stretta di mano con il Capo dello Stato. In occasione del cerimoniale per la Festa della Repubblica – durante la cui parata Mercurio e i suoi allievi sono stati ospitati in tribuna – il Presidente Sergio Mattarella ha incontrato la brigata di cucina nei giardini del Quirinale, stringendo la mano allo chef e ai suoi allievi. A Leonardo Mercurio, il Presidente ha firmato il cappello. «Questa foto corona un sogno per me e i miei alunni della scuola di Alberobello. Un’esperienza unica, come unici sono stati gli chef che ci hanno accolti». Lo chef, docente della Scuola di Alta Cucina “Eccelsa”, era stato a metà aprile alla International Fashion Week in Vietnam, a portare le ricette italiane. Nel 2015, in Campidoglio, era stato insignito del Collegium Cororum.

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner