Condanna Veneto, la Giunta delle Camere Penali: "Sgomenti ed increduli"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Condanna Veneto, la Giunta delle Camere Penali: "Sgomenti ed increduli"
Gian Domenico Caiazza
  25 febbraio 2022 20:44

"La condanna dell’avvocato Armando Veneto ci lascia sgomenti ed increduli. In primo luogo perché è relativa ad una accusa risalente a molti anni fa, già vagliata e di cui era stata annunciata pubblicamente l'archiviazione nel 2014 per la sua manifesta infondatezza". Lo scrive la Giunta delle Camere Penali dopo la sentenza di Armando Veneto a sei anni per concorso esterno in associazione mafiosa e corruzione nell'ambito dell'operazione "Abbraccio".

"Ma soprattutto perché Armando Veneto è stato ed è un saldo punto di riferimento di tutta l’avvocatura italiana, per qualità professionali e morali. Esprimiamo la certezza che la giustizia saprà fare il suo corso già nel giudizio di appello, ed esprimiamo ad Armando, in un momento così difficile della sua vita onorata, la vicinanza, la stima e l’amicizia immutate di tutti i penalisti italiani", conclude la Giunta presieduta da Gian Domenico Caiazza.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner