Consorzi di bonifica, la consigliera regionale Straface (FI) annuncia: “Tavolo istituzionale per risolvere la problematica dei lavoratori”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Consorzi di bonifica, la consigliera regionale Straface (FI) annuncia: “Tavolo istituzionale per risolvere la problematica dei lavoratori”

  10 novembre 2021 15:15

“Non posso che condividere in toto, esprimendo la massima solidarietà nei confronti loro e delle rispettive famiglie, le giuste rivendicazioni mosse dai lavoratori dei Consorzi di Bonifica, i quali, nella mattinata odierna, hanno organizzato una manifestazione di protesta presso la centrale idroelettrica di Corigliano Rossano. Manifestazione alla quale ho inteso partecipare per ribadire la mia vicinanza a questi onesti padri di famiglia e alle loro legittime istanze e attivandomi immediatamente per addivenire alla risoluzione della problematica”.

È quanto dichiara l’onorevole Pasqualina Straface, consigliere regionale di Forza Italia, in merito alla questione delle mensilità arretrate dei lavoratori dei Consorzi di Bonifica.

Banner

“Posso dunque annunciare che, grazie all’azione di concertazione promossa con l’assessore regionale all’Agricoltura, onorevole Gianluca Gallo, il prossimo martedì 16 novembre si terrà un tavolo istituzionale sulla questione alla presenza della Regione Calabria, nella persona dell’assessore al ramo e della sottoscritta, nonché dei vertici dei Consorzi di Bonifica ed i rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali che hanno sposato questa giusta causa".

Banner

"Un’iniziativa istituzionale – sottolinea Straface – che ritengo doverosa e ormai improcrastinabile, al fine di fornire risposte certe e tangibili ai lavoratori, i quali, in virtù dell’attività quotidianamente svolta sul territorio, garantiscono un importante servizio all’ambiente e alle popolazioni; attività che, giova ricordarlo, quasi sempre costituisce l’esclusiva fonte di reddito per i rispettivi nuclei familiari dei lavoratori, e quindi basilare sussistenza economica per il loro sostentamento. La Regione sarà in prima linea perché, come già ho avuto modo più volte pubblicamente in precedenza di ribadire, si tratta di una battaglia di civiltà e dignità”.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner