Continua la querelle tra Donato e Praticò, il candidato a sindaco: "Pericolosa improvvisazione nella gestione del Comune di Catanzaro"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Continua la querelle tra Donato e Praticò, il candidato a sindaco: "Pericolosa improvvisazione nella gestione del Comune di Catanzaro"

  18 febbraio 2022 10:15

“L’Assessore al Personale del Comune di Catanzaro ha replicato alla mia nota stampa del 16 febbraio richiamando l’attenzione su profili che per vero sono irrilevanti rispetto alle censure mosse nei confronti dell’attività del Comune. Non ho infatti contestato i diritti del Dirigente del Settore Ambiente; né tanto meno le capacità e le competenze professionali dello stesso; non ho posto in discussione la legittimità di questa decisione; né ho inteso contestare la necessità di assumere Dirigenti”. E' quanto afferma in una nota il candidato sindaco Valerio Donato.

“E’ stata, invero, posta l’attenzione – prosegue Donato - sulla legittimità della procedura inizialmente posta in essere da una amministrazione che, pur consapevole della necessità di rispettare il termine triennale, ha adottato - in violazione delle norme proconcorrenziali - un avviso con un termine annuale. E’ verosimile – rileva il candidato a sindaco - che anche altre nomine formalizzate dall’Amministrazione Abramo siano in contrasto con la sentenza del Consiglio di Stato e con il “consolidato” orientamento della Magistratura Contabile”.


“La circostanza evidenzia, ancora una volta, una modalità di gestione della cosa pubblica – conclude Donato - mossa da una pericolosa improvvisazione piuttosto che da una attenta, sana ed efficiente azione amministrativa”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner