Contrasto alle demenze. Il progetto di una Casa Paese a Cicala dell'associazione Ra.Gi.

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Contrasto alle demenze. Il progetto di una Casa Paese a Cicala dell'associazione Ra.Gi.

  10 novembre 2021 21:52

di CARMEN MIRARCHI

Una Casa Paese per demenze a Cicala. Nessun aiuto pubblico ma tanto sostegno da parte dei privati cittadini e di professionisti che si sono messi a disposizione per aiutare a realizzare un progetto che migliorerebbe la vita di tantissime persone affetti da questa terribile malattia.  A presentare l'iniziativa è stata la Presidente della Ra.Gi. Elena Sodano in una conferenza stampa che si è svolta nella sede della Presidenza degli ordini degli avvocati di Catanzaro alla presenza del Presidente Antonello Talerico.
L'iniziativa consiste in un crowdfounding per raccogliere i fondi con lo scopo di realizzare una comunità destinata a coloro che spesso vivono in solitudine una malattia che la socialità può curare
Sono 41 mila le persone affette da demenze e non si tratta solo di anziani.

Banner

Banner

"L'avvocato Massimo Nunnari ci ha affidato a noi suo padre Don Pippo, che ci guarda dall'alto. Lo ringrazio per aver lottato per questa casa per dare libertà terapeutica ai malati di tutta Italia.  Noi nasciamo senza finanziamenti pubblici ed è la dimostrazione che la caparbietà può' fare tanto", ha detto la Presidente Sodano. "Ringrazio la Fidal e il Presidente Asd Corri  Castrovillari per il supporto. Ringrazio il Presidente Talerico perché ci ha ospitato dando legalità alle persone con demenza che hanno bisogno di libertà . Grazie perché ha voluto vedere con i suoi occhi il nostro centro ed ha parlato con loro e giocato contro. Avere persone vicino a noi che credono in quello che facciamo, le persone con demenza non possono più vivere in una situazione di chiusura", ha concluso Elena Sodano.
"Alla base c'è il diritto di vivere una vita dignitosa, spesso le persone malate vengono considerate specialmente degli ultimi ma hanno diritto a vivere come gli altri", ha detto Il Presidente dell'ordine degli avvocati catanzaresi Antonello Talerico.

Banner

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner