Coppa Italia Serie C, Catanzaro e Padova in campo alle 15.30: le probabili formazioni

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Coppa Italia Serie C, Catanzaro e Padova in campo alle 15.30: le probabili formazioni
Ronaldo da calcio d'angolo e sullo sfondo i supporters giallorossi nel settore ospiti dell'Euganeo di Padova
  19 gennaio 2022 10:24

di ANTONIO ARGENTIERI PIUMA

COPPA ITALIA SERIE C

Banner

SEMIFINALE GARA DI RITORNO

Banner

PROBABILI FORMAZIONI

Banner

Us Catanzaro 1929 (3-4-1-2): Nocchi; De Santis, Fazio, Martinelli; Bjarcason, Welbeck, Cinelli, Sounas, Vandeputte; Bombagi, Vazquez. All.: Vivarini

Padova (4-3-3): Donnarumma; Kirwan, Ajeti, Valentini, Gasbarro; Germano, Vasic, Saber; Bifulco, Santini, Terrani. All.: Pavanel

Arbitro dell'incontro: Marco Acanfora di Castellammare di Stabia; assistenti: Emanuele Bocca di Caserta e Ivan Catallo di Frosinone; quarto ufficiale: Claudio Petrella di Viterbo.

Note: parzialmente nuvoloso, circa 11 gradi; terreno in erba naturale; 

spettatori:

ammonitiespulsicalci d’angolo;

Stadio comunale "Nicola Ceravolo" di Catanzaro. Semifinale di Coppa Italia Serie C - gara di ritorno

Fischio d’inizio: ore 15.30 (diretta streaming su Eleven Sports)

CATANZARO Impegno di grande importanza per i ragazzi di Vincenzo Vivarini che lo scorso 15 dicembre hanno pareggiato all'"Euganeo" di Padova grazie ad un gol di Verna successivo a quello messo a segno da Kirwan.

Il passaggio del turno significa molto per entrambe le squadre che potrebbero già conquistare un posto nella griglia nazionale dei play-off.  

Fra qualche ora le Aquile scenderanno in campo per la seconda sfida della semifinale contro una squadra forte e ben organizzata che scenderà in campo per passare il turno.

Il tecnico di Ari per questa gara dovrà fare di necessità virtù e saper gestire le numerose assenze per covid e ritardo di condizione fisica.

Formazione schierata con il 3-5-2, con la difesa composta De Santis, Fazio e Martinelli.

Sulla mediana, Welbeck, Cinelli e il nuovo acquisto Sounas giocheranno dal primo minuto.

Verna è rientrato da poco dal Covid e non è ancora in grande condizione.

Sulla fascia destra con buona probabilità giocherà il nuovo arrivato Bjarkason e dall'altra parte il belga Vandeputte.

 Le punte saranno Bombagi e Vazquez. Anche Carlini è rientrato da pochi giorni dopo un lungo stop per Covid.

Cianci è squalificato, mentre Curiale ha accusato qualche problema muscolare.

Per l'occasione convocati anche due giovani della Primavera 3: Viotti e Talarico

PADOVA Sfida da gestire con grande attenzione per i ragazzi di Massimo Pavanel che lo scorso 15 dicembre in casa hanno pareggiato un match compromesso dall'espulsione di Ronaldo scattata verso la fine nel primo tempo. 

Oggi i biancoscudati proveranno a battere le Aquile in trasferta cercando di ribadire la loro forza ma non sono al completo.

Ecco le parole del tecnico del Padova Massimo Pavanel alla vigilia del match: "La squadra si è allenata pur con le difficoltà del momento, dovuto alle positività. Sarà un periodo complicato, ma comune a tutti, con un tour de force. Il momento per noi è particolare, adesso abbiamo qualcuno in meno. Tra squalifiche e quant’altro. Ci saranno alcuni ragazzi della Primavera. Chiricò farà una parte di partita. Veniamo da una pausa lunga in cui abbiamo lavorato e credo che le due gare in pochi giorni dovrebbero venir assorbite bene".

Poi dice: "Biasci non è più con noi, ma non credo che domani lo vedremo in panchina nel Catanzaro. Quella di domani sarà una partita di livello che ci aiuta a entrare in forma campionato, contro un avversario importante. Partiremo da Milano, non sarà una trasferta agevole, ma lo sapevamo sin dall’inizio. Se partiamo pensando che sia pesante allora diventa dura, invece dobbiamo avere lo spirito giusto per affrontare un avversario di blasone.

E aggiunge: "Il Catanzaro si sta muovendo in maniera importante a livello di mercato. Se facciamo una partita importante a livello mentale potremo entrare bene in orbita Triestina. Ceravolo non ci sarà, speriamo di recuperarlo per Trieste, penso che sia questione di ore e riprenderà ad allenarsi con il gruppo. La scelte sono abbastanza obbligate.

E conclude: "Domani (oggi ndr) sarà importante avere l’impatto giusto, mentalmente sarà una partita di livello che ci proietterà al meglio alla ripresa del campionato con la Triestina. Cercheremo di onorare la partecipazione a questa competizione e vogliamo arrivare in finale. Mi fa piacere che ci saranno i nostri tifosi al seguito, significa che c’è voglia di fare queste trasferte importanti".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner