Coronavirus. A Squillace il sindaco Muccari, per l'emergenza, riapre alla Sieco i garage comunali

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Coronavirus. A Squillace il sindaco Muccari, per l'emergenza, riapre alla Sieco i garage comunali
Spazzatura Squillace
  27 marzo 2020 19:07

di PAOLO CRISTOFARO

Con ordinanza pubblicata oggi, il sindaco di Squillace, Pasquale Muccari, ha concesso provvisoriamente alla ditta SIECO S.p.a. l'utilizzo dei garage comunali per i mezzi, situati al piano terra dell'edificio dell'ex Pretura, nei pressi di Piazza Vescovado. Con l'azienda - già affidataria della raccolta differenziata - era attesa la firma del nuovo contratto di aggiudicazione, poco prima dell'emergenza Covid-19 (LEGGI QUI), della quale si attende l'eventuale ufficializzazione sull'albo comunale (la pubblicazione si è interrotta per circa 10 giorni a causa dell'attacco hacker alla piattaforma Asmenet).

Banner

"Il cantiere è situato presso la città di Catanzaro e, conseguentemente, i dipendenti, tutti residenti nel territorio comunale, sono costretti a recarsi presso il suddetto cantiere", è scritto nell'atto di concessione temporanea. Il documento specifica inoltre che la ditta sta raccogliendo gratuitamente i rifiuti indifferenziati speciali presso i soggetti in quarantena e che tutto ciò rappresenta, per l'amministrazione, un "giusto ristoro all'eventuale pagamento del canone di fitto". Pertanto il Comune ordina alla ditta SIECO S.p.a., fino a fine emergenza, di custodire i mezzi nei garage comunali senza uscire dal territorio comunale.

Banner

Tuttavia questo tipo di concessione, non è un unicum, e non è legata esclusivamente all'attuale dinamica emergenziale. Lo stesso documento, infatti, specifica che l'utilizzo è "già avvenuto sin da quando il servizio era espletato da ditte precedenti e, comunque, fino alla data dell'11/03/2020". Lo svolgersi di questa dinamica, negli anni, non è passato inosservato agli occhi di alcuni cittadini e di consiglieri comunali, che più volte hanno chiesto chiarimenti in tal senso, rispetto alle concessioni e all'eventuale effetto sulle gare espletate o da espletare in futuro. Sicuramente, ad emergenza terminata, il problema potrebbe porsi nuovamente.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner