Coronavirus. Falsi annunci di controlli di polizia nei condomini: è una truffa

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Coronavirus. Falsi annunci di controlli di polizia nei condomini: è una truffa

  29 marzo 2020 14:45

di FRANCESCO IULIANO

«Attenzione ai falsi annunci, sono truffe. Non aprire la porta di casa a persone sconosciute e, in caso di dubbi, si invita a contattare immediatamente i numeri di emergenza delle forze dell’ordine».

Banner

Questo è solo uno degli avvertimenti  lanciati da alcune Questure italiane che mettono in guardia i cittadini dai falsi annunci in circolazione negli ultimi giorni, con i quali si preannunciano controlli da parte delle forze dell’ordine per l’accertamento della residenza.

Banner

Gli avvisi, in cui compare una falsa intestazione del Ministero dell’Interno (Dipartimento  della Pubblica Sicurezza),  sono comparsi in alcuni condomini di città della Puglia e della Campania.

Banner

Non si esclude che posano fare la loro comparsa anche nelle nostre zone.

Il testo dell'avviso-truffa:

«Ai sensi dell'art. 650 c.p. si comunica ai cittadini quanto segue: si invitano gli eventuali non residenti di questo edificio a lasciare le abitazioni ospitanti per rientrare nel loro domicilio di residenza. Le autorità svolgeranno dei controlli nei condomini e nelle abitazioni private. Si prega alla richiesta di presentare i seguenti documenti: documento di identità con foto e specificato indirizzo di residenza, documento di locazione/contratto di affitto, altri documenti che comprovino la presenza in domicilio differente dal proprio di residenza per gravi motivi di necessità quali malattia, assistenza agli anziani (comprovata da certificazione medica) motivi inderogabili di lavoro che rientri nella relativa categoria Ateco. Tutte le presenze non giustificate verranno denunciate ai sensi dell’art. 1 C. 1 dll’8/20 disposto dall’Art. 3 comma 4 DL 23/20, art. 6 art 4 comma 2 che prevede ammenda fino a 206 euro, arresto fino a 3 mesi, reclusione da 3 a 12 anni nei casi più gravi».

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner