Coronavirus. L’emergenza  non ferma la preziosa opera del Centro Disturbi Cognitivi e Demenze di Catanzaro Lido 

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Coronavirus. L’emergenza  non ferma la preziosa opera del Centro Disturbi Cognitivi e Demenze di Catanzaro Lido 
Centro Disturbi Cognitivi e Demenze di Catanzaro Lido
  28 marzo 2020 21:08

di FRANCESCA FROIO

È un periodo difficile per tutti quello che stiamo attraversando, affrontarlo al meglio e pensare che passerà è importante. Bisogna allo stesso tempo cogliere questa parentesi  di stop forzato come una preziosa opportunità per trascorrere del tempo con le persone che amiamo, con le quali spesso, a causa dei ritmi di vita frenetici, siamo costretti e, ahimè ormai abituati, a trascorrere poco tempo. 

Banner

Nella maggior parte dei casi si tratta dei propri famigliari e tra queste famiglie alcune hanno la fortuna di includere ancora la presenza dei nonni, pilastri portanti, radici profonde.

Banner

Un’iniziativa utile e preziosa a tal proposito è stata attivata dal Centro Disturbi Cognitivi di Catanzaro Lido che, al fine di fronteggiare al meglio l’emergenza in corso e di rispondere nel modo più rapido possibile, ha avviato, già dall’inizio dell’emergenza in corso, un servizio di supporto telefonico a sostegno delle persone anziane afferenti al Centro.

Banner

Attivo inoltre, da parte del geriatra, un percorso di monitoraggio per verificare le condizioni dei pazienti ed eventuali necessità.

Al numero dedicato sia lo psicologo che l’assistente sociale continuano a fornire supporto psicologico e sociale fornendo anche ogni informazione necessaria alla gestione dei pazienti a domicilio. 

L’accesso all’ambulatorio per eventuali situazioni di urgenza deve essere preceduto da un contatto telefonico per mezzo del quale l’equipe valuterà modalità, tempi e necessità.  0961/7033013 - Dott. Pietro Gareri; Dott. Michelangelo Nisticò  0961/7033014 – Dott.ssa Rosalia Perrone;  

Equipe  Geriatri: Dott. Pietro Gareri, Dott. Alberto Castagna Psicologo: Dott. Michelangelo Nisticò; Assistente sociale: Dott.ssa Rosalia Perrone  Infermieri: Sig.ra Marlena Cariati; Sig.ra Luisa Pane

 

“In questo periodo, come non mai, è importante riscoprire e mettere in pratica uno strumento importantissimo, la capacità di resilienza, e  creare qualcosa di costruttivo in un momento di tragicità unico nel mondo- ha spiegato Pietro Gareri- ho sentito colleghi da varie parti del mondo, siamo in fondo tutti uniti nella lotta a questo nemico invisibile”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner