Coronavirus. Marino (Vitambiente): "La voce dei giornalisti strumento indispensabile per uscire dal tunnel"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Coronavirus. Marino (Vitambiente): "La voce dei giornalisti strumento indispensabile per uscire dal tunnel"
Pietro Marino
  15 marzo 2020 15:06

 

di PIETRO MARINO*

Banner

In questo periodo di isolamento, preventivo tutta Italia riversa l’agire sociale delle comunità nei social media, e tramite le principali applicazioni di videocomunicazione smart presenti sui personal computer.

Banner

La tecnologia diventa mezzo di interazione sociale, mezzo per lavorare, mezzo per comunicare sentimenti e stati d’animo di tutta la collettività, con essa i cittadini si informano e oggi addirittura si curano, esistono piattaforme di consulenza medica quali DOCTORIUM che sta fornendo aiuto alle comunità Catanzaresi.

Banner

Molti flash mob, si sono verificati tramite facebook a testimoniare l’unità di una nazione che vuole uscire da questa terribile epidemia.

Questo grande canto di orgoglio dei paesi delle citta delle contrade viene riportato dai Giornalisti tramite la Tv, la Carta stampata e tramite i portali Web, ma anche le informazioni Istituzionali e di servizio che molto servono a disciplinare i comportamenti che debbono tenere le comunità, nella rete istituzionale che ha consentito di far conoscere a tutta la popolazione le regole da rispettare, per contenere l’epidemia da coronavirus.

I Giornalisti dell’informazione pubblica e privata delle tv, della carta stampata e di internet, sono protagonisti di questo grande sforzo comunicativo, che stanno andando oltre ogni obbligo e ogni dovere, svolgendo il loro servizio al Paese, e alle nostre città, con dedizione, spirito di iniziativa, competenza. Redazioni, Direttori, Giornalisti, personale tecnico e ausiliario, stanno, ognuno, facendo la propria parte dimostrando una spesso misconosciuta, ma preziosa, capacità di reagire all’emergenza, la loro informazione puntuale e precisa si diffonde dappertutto, arriva, nelle case, negli uffici e unità produttive, aperti per garantire i servizi di prima necessita sin dentro le corsie degli ospedali dove medici, infermieri, operatori sanitari si prodigano incessantemente per curare i nostri cari.

Vengono uditi e letti i loro reportage dalle forze dell'ordine, dai volontari della protezione civile, dalle associazioni di Volontariato come Vitambiente pienamente coinvolta a Catanzaro nel Centro Operativo Comunale, dalle lavoratrici e dai lavoratori che alimentano la catena produttiva e distributiva affinché la Calabria e l’Italia non si fermi. I loro articoli e servizi giornalistici, rincuorano chi si sente isolato, in particolare le persone anziane, e coloro che sono in isolamento domiciliare, che si avvertono più fragili e vulnerabili e vivono con particolare angoscia questi giorni di emergenza. In Calabria, il lavoro è particolarmente pericoloso, per i Giornalisti e per tutto il personale Sanitario e della Sicurezza, i Giornalisti stessi ci comunicano quotidianamente un aumento dei contagi dovuti dall’emigrazione di rientro. Le riprese video che aggiornano tutti noi minuto per minuto dimostrano che la tempra del calabrese è sicuramente altruista e dedito al servizio di informazione anche in questi momenti difficili.

Siamo convinti che San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti proteggerà, quanti di loro svolgono questo delicato compito a servizio della collettività e della verità, informano la pubblica opinione, controllano l’azione politica e amministrativa, in un tempo in cui la loro Voce diventa strumento indispensabile per poter uscire dal buio di questo brutto tunnel.

*presidente Vitambiente

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner