Corso interateneo all'Unical, Buccolieri (Psi) a Donato: "Poteva difendere Medicina di Catanzaro ma non lo ha fatto"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Corso interateneo all'Unical, Buccolieri (Psi) a Donato: "Poteva difendere Medicina di Catanzaro ma non lo ha fatto"

  20 aprile 2022 17:59

"Il corso di laurea in Medicina e Tecnologie Digitali all’Università di Arcavacata formerà i medici del domani, quelli in grado di utilizzare le più sofisticate tecnologie offerte dalla robotica, dalla bionica e dalla telemedicina. Saranno medici che avranno una marcia in più, le competenze digitali, rispetto ai loro colleghi formati in maniera tradizionale". Lo dice Gregorio Buccolieri, coordinatore cittadino del Psi di Catanzaro, replicando all'intervento di Valerio Donato LEGGI QUI

"Ma non basta. Quando l’area di Cosenza avrà costruito il suo nuovo ospedale/policlinico - prosegue-, non ci saranno più ostacoli ad istituire la seconda facoltà di medicina in Calabria. L’enorme soddisfazione espressa dei primi cittadini della zona non lascia spazio a fraintendimenti".

Banner

"Chi non riesce a vedere queste cose, soffre di miopia. E’ apprezzabile che il professore Donato abbia ammesso di essere stato favorevole all’istituzione del corso di laurea interateneo e di averlo avallato con il suo silenzio. Probabilmente per ingenuità o per scarsa visione politica non ha intravisto il grave pericolo che questo nuovo corso di laurea comporta per la nostra facoltà di medicina. Tra 10 anni la medicina avrà compiuto straordinari e inimmaginabili passi in avanti grazie alla robotica. E nel frattempo, la politica calabrese che conta, quella della circoscrizione nord, sarà riuscita a realizzare il nuovo Policlinico nell’area urbana Cosenza-Rende. A quel punto, la seconda facoltà di medicina sarà cosa fatta. Resta comunque un dato di fatto che non necessita di alcuno studio approfondito: il professore Donato, da autorevole presidente della Fondazione UMG, poteva difendere la facoltà di medicina ma non lo ha fatto", ha concluso Buccolieri.

Banner

 

Banner

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner