Covid, Brusaferro: "Con le varianti crescono i casi in tutta Italia. Focolai anche negli ospedali"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Covid, Brusaferro: "Con le varianti crescono i casi in tutta Italia. Focolai anche negli ospedali"

Il presidente dell'Iss: "Occorre intervenire in modo tempestivo e radicale"

  05 marzo 2021 17:11

"La curva segnala una risalita dei casi in quasi tutte le regioni, ma l'aumento non è solo nel nostro paese. Comunque nelle ultime settimane c'è un dato di crescita in Italia e anche l'incidenza sta salendo". Lo ha constatato il presidente dell'Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro. La dichiarazione arriva durante la conferenza stampa sull'analisi del monitoraggio settimanale della cabina di regia.

"C'è uno scenario di progressione rapida della diffusione del virus in tutta Italia. Ci avviciniamo alla soglia di allarme di 250 casi per 100mila abitanti, che rende necessarie misure tempestive. Questa soglia è stata superata in 5 regioni e altre la supereranno nella settimana corrente. Bisogna intervenire in maniera tempestiva e radicale per contenere le varianti del virus", ha spiegato il presidente dell'Iss.

Banner

Ma se in generale fra la popolazione i contagi stanno aumentando, nelle Rsa i casi diminuiscono. Un dato incoraggiante, visto che le residenze sanitarie assistenziali erano state il fulcro dei focolai soprattutto durante la prima ondata. Merito forse della vaccinazione degli operatori sanitari. Brusaferro però ha chiarito che la situazione ospedaliera invece non è altrettanto promettente. "Alcuni focolai sono segnalati presso le strutture ospedaliere e questo può essere dovuto alle nuove varianti". 

Banner

Poi conclude con un monito alla prevenzione anche in famiglia: "Il contagio in questo momento avviene soprattutto a livello familiare. Questo è un elemento importante".

Banner

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner