Covid Calabria. Aumentati i posti letto di area medica: l'occupazione scende sotto la soglia critica

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Covid Calabria. Aumentati i posti letto di area medica: l'occupazione scende sotto la soglia critica

  23 agosto 2021 20:35

di GABRIELE RUBINO

Si allontana lo spettro della zona gialla per la Calabria. Stando all'ultima rilevazione dell'Agenas sono stati incrementati i posti letti nei reparti di area medica. Una sessantina in più. Questo riporta la regione in un'area di sicurezza rispetto al raggiungimento della soglia critica, raggiunta e superata nei giorni scorsi, del 15%. I dati comunicati dalla Regione al ministero della Salute fanno segnare 123 ricoveri (5 in più nelle ultime ventiquattro ore) a fronte 859 posti letto attivi (fra Malattie infettive, medicina generale e Pneumologia). Dunque la percentuale di occupazione scende al 14,53%. Con la nuova dotazione per raggiungere il 15% saranno necessari almeno 129. 

Banner

Fino a ieri i posti letto di area medica erano a quota 799. Oggi sono stati definitivamente eliminati i post letto che erano computati all'area di Vaglio Lise ma in compenso ne sono stati aggiunti al Gom e agli ospedali facenti capo all'Asp di Reggio e ancora al presidio di Vibo Valentia. Il netto sono appunto i circa sessanta posti letto complessivamente in più.

Banner

Migliora anche il dato sulle terapie intensive. Con i quattro degenti positivi in meno conteggiati oggi, l'occupazione cala al 4,7%. I ricoveri sono 8 su 169 posti letto. In questo caso la soglia critica è fissata al 10%, dunque non si dovranno superare i 17 degenti. 

Banner

Ricordiamo che i dati decisivi, che saranno utilizzati venerdì in occasione del monitoraggio settimanale dell'Istituto Superiore di Sanità e Cabina di regia per il cambio dei colori, saranno proprio quelli di domani. Dunque, a meno che di un netto peggioramento della pressione ospedaliera nelle prossime ore, anche nella prossima settimana la Calabria manterrà la zona bianca. Il cambio scatta soltanto se entrambe le soglie (il 15% dei reparti di area medica e il 10% delle Rianimazioni) vengono contestualmente superate. 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner