Covid Calabria, la nuova task force già al lavoro sui farmaci e arriva un esperto in telemedicina

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Covid Calabria, la nuova task force già al lavoro sui farmaci e arriva un esperto in telemedicina
Cittadella Regionale
  13 gennaio 2022 11:15

La nuova task force regionale per fronteggiare l'emergenza Covid si è già messa all'opera. Subito dopo il decreto istitutivo firmato dalla dirigente generale del dipartimento Tutela della Salute Iole Fantozzi, il 'gruppo tecnico' (LEGGI QUI I COMPONENTI) si è già riunito una prima volta e prodotto un documento. Il tema ha riguardato l'impiego di specifici farmaci e dei monoclonali. 

Nella giornata di ieri, alla task force si è unito un nuovo componente: Giovanni Malomo, Direttore di Pneumologia territoriale Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza, esperto in Telemedicina. Proprio nel giorno in cui il presidente Roberto Occhiuto ha presentato il progetto 'importato' dal Policlinico Gemelli di Roma che prevede l'impiego della telemedicina e dell'assistenza domiciliare per i positivi Covid meno gravi per decongestionare gli ospedali. 

Banner

Di seguito i principali compiti del nuovo gruppo tecnico:

Banner

Operare  secondo  le  indicazioni/disposizioni  dell’Unità  di  Crisi  (UdC)  ai  fini  della  definizione  degli aspetti  tecnici  e  formali  necessari  per  avviare  gli  interventi  assistenziali; Predisporre  e  aggiornare  il  Piano  Regionale  di  intervento;  Predisporre  Piani  di  informazione  e  formazione  per  l’intero  territorio  regionale;  Verificare  che  ciascuna  ASP,  conformemente  alle  indicazioni  regionali,  identifichi  le  strutture,  le responsabilità  e  i  percorsi  operativi  necessari  per  la  rapida  attivazione  delle  misure  utili  alla  gestione dei  casi;  Verificare  i  progetti  di  tele-monitoraggio  adottati  dalle  ASP  delle  Regione  Calabria;  Realizzare  e  aggiornare  l’elenco  delle  strutture  regionali  di  ricovero  e  cura  utilizzabili  per l’emergenza  COVID-19; Raccogliere  e  aggiornare  repertorio  e  disponibilità  dei  farmaci  e  presidi  necessari;  Individuare  ulteriori  laboratori  di  riferimento;  Individuare  una  o  più  farmacie  ospedaliere  di  riferimento  in  cui  conservare  i  farmaci  di  uso  non abituale  e  la  loro  modalità  di  distribuzione;  Verificare  l’efficacia  e  l’efficienza  dei  sistemi  di  comunicazione  e  proporre  misure  per  il  loro miglioramento.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner