Crisalide 3, ancora scarcerazioni. Per due cade l'aggravante mafiosa

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Crisalide 3, ancora scarcerazioni. Per due cade l'aggravante mafiosa
Il Tribunale di Catanzaro
  10 ottobre 2019 14:15

di EDOARDO CORASANITI

Ancora scarcerazion (Leggi qui) i in relazione a Crisalide 3, l'inchiesta della Dda di Catanzaro guidata da Nicola Gratteri: ad uscire dal carcere, questa volta, sono Salvatore D'Agostino, Alessandro Trovato, Luigi Vincenzini, Pasquale Mercuri (difesi dall’avvocato Antonio Larussa) e Piero De Sarro.

A deciderlo è il Tribunale della Libertà di Catanzaro.

Per il primo, è stata annullata l'ordinanza, il secondo, invece, è passato dal carcere alla detenzione domiciliare. Stesso esito per Mercuri. 

A De Sarro e Vincenzini sono scaduti i termini di custodia cautelare previsti dalla legge, un anno, che risalivano dall'indagine "Crisalide 1":

Diversa la situazione di Cristian Greco e Nicholas Izzo: restano nell'istituto penitenziario ma il giudice della libertà ha fatto cadere l'aggravante del metodo mafioso.

Banner

L’ operazione Crisalide 3 lo scorso 13 settembre  ha portato all’arresto di 28 persone, tra presunti affiliati e contigui della cosca “Cerra-Torcasio-Gualtieri”, gruppo criminale accusato di traffico di stupefacenti nonché già considerato dai magistrati responsabile, tra l’altro, di una aggressiva e violenta attività estorsiva nei confronti di commercianti e imprenditori di Lamezia Terme.

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner