Crisea si fa conoscere sempre più tra ampi consensi e nuovi progetti

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Crisea si fa conoscere sempre più tra ampi consensi e nuovi progetti
Serbio Abramo e Stefano Alcaro durante un momento della presentazione
  01 novembre 2021 12:18

 
Crisea, il Centro di Ricerca e Servizi Avanzati per l'innovazione rurale, scopre la sua anima raccogliendo sempre più consensi ed entusiasmo. Un presidio culturale nel quale convivono tradizione e innovazione - incastonato nel verde della campagna rigogliosa nel comune di Belcastro, in contrada Condoleo, al confine tra le province di Catanzaro e Crotone - dove è stato presentato il volume “Identità territoriale – Prisma di dinamiche produttive”, l'opera frutto della mostra inaugurata i primi di luglio e ispirata al fenomeno della transumanza, patrimonio Unesco culturale ed immateriale dell’umanità, esempio di straordinario equilibrio tra uomo e natura. Ad intervenire in merito sono stati: Elia Panzarella, curatore, insieme ad Antonio Renda, dell'esposizione fotografica e multimediale realizzata per Crisea;Teresa Gualtieri, presidente nazionale Federazione Italiana dei Club e Centri per l'Unesco; Eugenio Attanasio, regista e presidente della Cineteca della Calabria.
 
Tutti concordi nel considerare Crisea una speranza, un luogo custode del rapporto prezioso tra l'uomo e Madre natura, tra storia e tradizione, per dare input al futuro, senza restare a guardare; un'occasione da non lasciarsi sfuggire per lo sviluppo della Calabria e, infatti, tante le proposte lanciate come semi, nel corso dell'incontro, che daranno vita sicuramente a straordinari germogli.
 
Non è voluto mancare all'appuntamento il presidente della Provincia di Catanzaro, Sergio Abramo – l'importante struttura è stata data formalmente in comodato d'uso dall'Ente provinciale all'associazione Crisea – che ha evidenziato il valore di questa realtà per il territorio: “Questo progetto merita di essere supportato perché si tratta di un'opportunità che la nostra Terra non può perdere, attraverso la valorizzazione delle nostre risorse e della ricerca”.
 
Il rettore dell'Università Magna Graecia di Catanzaro, Giovambattista De Sarro, ha inviato un videomessaggio, non potendo essere presente fisicamente, nel quale ha rimarcato “la necessarietà di un Centro come Crisea che fa della sinergia una delle parole chiave ed essenziali per poter crescere in modo proficuo e costruttivo”.
 
La sintesi di Crisea nelle parole del suo presidente, Stefano Alcaro: “Una porta aperta sul futuro capace di custodire il valore del passato. Questa realtà, che si estende su circa 300 ettari, vuole essere un punto di riferimento non solo per i soci ma per tutto il territorio. Intendiamo operare nel comparto agrifood, nutraceutico e tecnologico. Vogliamo puntare sull'innovazione, la ricerca e la formazione, creando un sistema di rete. Tanti gli obiettivi, tra questi, quello di promuovere la strutturazione e il consolidamento di una rete di servizi avanzati a supporto della politica agricolo-ambientale regionale, per meglio coniugarla con l’esigenza di tutela, valorizzazione e armonizzazione del territorio. Inoltre, Crisea può significare occupazione, prospettive importanti per i figli di questa Terra che non dovranno più essere costretti ad andar via per costruirsi un futuro”.
 
Oltre a poter visitare l'esposizione fotografica e multimediale allestita negli spazi dei laboratori con la guia dell'esperto botanico Carmine Lupia, l'evento si è concluso con i sapori della terra attraverso una prelibata degustazione offerta da Raffaele Vitale dell'esclusivo Praia Art Resort e curata dal rinomato chef Nicola Annunziata di Pietramare Natural Food, con il supporto dell'Ipsceoa di Botricello.
 
L’evento ha avuto il patrocinio della Regione Calabria, in collaborazione con la Federazione Italiana dei Club e Centri per l’Unesco, e con il contributo dell'Università di Catanzaro “Magna Graecia”. Tutte le info su Crisea possono essere consultate sul sito www.crisea.it

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner