Cropani, partecipazione e nuove consapevolezze con il webinar promosso da AICS e sostenuto dalle associazioni Ginevra e Musamusìa

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Cropani, partecipazione e nuove consapevolezze con il webinar promosso da AICS e sostenuto dalle associazioni Ginevra e Musamusìa

  15 luglio 2022 19:12

Capace di coinvolgere e di dare vita ad un confronto costruttivo ed importante, si è mostrato così il webinar
promosso ieri dall’Associazione AICS, in collaborazione con le Associazioni Ginevra e Musamusìa.
L’iniziativa, moderata dalla dottoressa Maria Alario, psicologa e vicepresidente delle associazioni AICS e
Musamusìa, ha visto tra i partecipanti genitori, educatori, docenti e professionisti della salute mentale
provenienti da diverse regioni italiane.

                                       

Banner


L’autore del libro “Guida psicologica alla rivoluzione digitale”, Luca Bernardelli, ha dialogato con i presenti
per quasi due ore, su temi scottanti come i fenomeni relazionali alterati dal digitale ed ancora l’ecosistema
della salute mentale digitale o il valore aggiunto di strumenti innovativi e utili come quelli caratterizzanti le
psicotecnologie.

Banner

Un botta e risposta con l’autore, carico di spunti, che ha visto Bernardelli rispondere in maniera ricca ed
esaustiva a domande inerenti alla dipendenza dalle tecnologie e ai fenomeni fisici e digitali amplificati dalla
rete. Insieme a lui, i brillanti interventi dei referenti AICS per la regione Calabria e Campania, Francesca
Froio e Roberto Flauto. L’una si è soffermata sul crescente e sempre più diffuso fenomeno del Phubbing,
l’altro ha sottolineato l’urgenza di riportare al centro della comunicazione e delle relazioni l’individuo.
Nel ringraziare nuovamente l’associazione Ginevra, rappresentata dalla presidente, Avv. Velia Lodari, e
l’associazione Musamusìa, rappresentata dalla scrittrice Angela Mancuso, la moderatrice dell’incontro ha
ricordato che: “Vedere realtà associative che si spendono in maniera costruttiva e propositiva per i loro
territori, non può che essere indice di speranza per tutti, dimostrando fortemente quanto la Rete, se
utilizzata in maniera corretta possa essere un importante e prezioso strumento di dialogo, di supporto, di
formazione e di formazione”.

Banner

Concetto, questo, rimarcato anche da Andrea Bilotto, fondatore e presidente dell’’Associazione Italiana di
prevenzione al Cyberbullismo e al Sexting, che oltre a ricordare l’impegno che AICS dedica da anni al
contrasto di fenomeni legati al lato oscuro della rete, ha sottolineato l’importanza del dialogo tra figure di
riferimento quali professionisti del settore, genitori ed educatori.
L’incontro, che ha lasciato i presenti con nuove consapevolezze e riflessioni, si è concluso con una
bellissima poesia scritta e recitata da Angela Mancuso dal titolo: “Perdutamente vivi”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner