Cropani. Rubati a scuola 5 notebook. La dirigente Mercuro: "Un gesto spregevole ma si può rimediare agli errori commessi”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Cropani. Rubati a scuola 5 notebook. La dirigente Mercuro: "Un gesto spregevole ma si può rimediare agli errori commessi”
La lettera
  08 aprile 2021 09:16

di FRANCESCA FROIO

Rubati all’interno del plesso scolastico di Cropani centro cinque notebook. Una vicenda triste e sconcertante accaduta giorni fa, ma resa nota solo ieri perché sino all’ultimo si è sperato in un passo indietro da parte di chi ha compiuto il vile gesto.

Banner

È con profondo rammarico che vogliamo informare i cittadini di Cropani che, circa un mese fa, tra il 17 e 18 marzo dell'anno in corso, mani ignote hanno sottratto i 5 notebook che la scuola primaria di Cropani centro aveva in dotazione”. Si legge  questo in una lettera scritta e diffusa sui social da chi la scuola la vive ogni giorno, e conosce e comprende l’importanza ed il valore che quei dispositivi rappresentavano per i ragazzi, in un momento storico già drammatico, che non ha bisogno di presentazioni.

Banner

Questo spregevole furto è stato operato contro la nostra piccola comunità scolastica- scrivono ancora docenti e personale scolastico- togliendo una risorsa didattica importante per i nostri alunni e dimostrando ancora una volta che di fronte ad un misero guadagno non si tiene conto di chi si colpisce”.

Banner

E ad essere colpiti e feriti sono proprio loro, i più piccoli, che mai come adesso dovrebbero invece toccare con mano il valore umano della solidarietà, dell’empatia, dello stare accanto.

“Siamo costernati e rattristati: speriamo che in futuro non si verifichino mai più gesti vili come questo e che si riesca finalmente a collaborare perchè la nostra comunità scolastica cresca nel migliore dei modi”.

Tristezza e rammarico anche nelle parole della dirigente scolastica Professoressa Antonella Mercuro, che ha sottolineato: “La mattina in cui mi è stato riferito l’episodio del furto, ho provato un grande dispiacere. I computer rubati sono quelli che servono per utilizzare le lavagne multimediali, che consentono ai docenti e ai bambini di lavorare in un ambiente di apprendimento coinvolgente e stimolante. Le nostre scuole purtroppo mancano di tante, troppe cose".

"Gli edifici scolastici sono a volte inadeguati, gli spazi attrezzati spesso angusti e inesistenti. I computer e le LIM, erano una delle poche risorse su cui potevamo contare per migliorare la qualità dello “stare a scuola”. Sottrarci questo- ha concluso la dirigente-  è stato davvero un gesto spregevole. Restituirli ai bambini, rappresenterebbe la dimostrazione che si può rimediare agli errori commessi”.

Una notizia che ha suscitato il disprezzo di gran parte della comunità cropanese, che in queste ore sta postando messaggi di vicinanza e di solidarietà nei confronti dell’Istituto, ed in particolare dei bambini.

Procedono intanto le indagini portate avanti dagli organi competenti, volte ad individuare gli autori di un furto gravissimo, e non certo per il valore materiale dei dispositivi. Per il valore umano invece sì. A questi giovani studenti non sono stati sottratti semplici notebook, ma sogni, crescita e possibilità. E se i notebook si possono ricomprare, lo stesso non si può dire di una coscienza pulita.

 

 

 

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner