Crotone, si conclude con una mostra fotografica il progetto "KResciamo"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Crotone, si conclude con una mostra fotografica il progetto "KResciamo"

  15 giugno 2024 13:14

Si chiama “KResciamo” il progetto che si è concluso con la mostra fotografica aperta al pubblico il 12 giugno scorso. L’evento si è tenuto presso la sede della Cooperativa One sita in Piazza Santa Veneranda nr.6, alla presenza dei genitori delle ragazze e dei ragazzi coinvolti nel progetto, di tutti coloro che hanno collaborato e della pastora della Chiesa Valdese Greetje van der Veer. Il progetto è stato sostenuto dall’Otto per mille della Tavola Valdese ed è stato gestito dalla ONE società cooperativa sociale, in partenariato con l’Associazione Fotoamatori di Crotone.

Banner

Il progetto è stato pensato con l’obiettivo di far accrescere nei più giovani il senso di responsabilità civica necessario per costruire una città più giusta e vivibile. Le attività organizzate erano mirate a far apprendere che si può essere un cittadino presente e propositivo che non si limita ad esporre il suo dissenso, ma che agisce per migliorare le condizioni del territorio in cui vive diventandone un’importante risorsa. Davvero tante le esperienze vissute: hanno assistito al meraviglioso spettacolo della schiusa delle uova Caretta Caretta presso la spiaggia di Sovereto; sono andati in giro per la città, accompagnati dal Corpo di polizia municipale, a multare chi trasgrediva le regole della strada; hanno conosciuto la cultura Arbereshe a Pallagorio dove siamo stati accolti meravigliosamente; hanno contribuito a rendere ancora più bello l’Ostello Bella Calabria bene confiscato alla mafia, realizzando ben due murales; hanno aiutato a preparare un buonissimo pranzo etnico che ha visto piatti della cultura crotonese, francese, ucraina e algerina; hanno ripulito la spiaggia, ma hanno dedicato anche del tempo a se stessi grazie al Laboratorio di arteterapia. Il progetto ha permesso di mettere a disposizione anche il supporto psicologico, laddove richiesto.

Banner

Tutte queste attività non sarebbero state possibili se non con il contributo di tutti coloro che hanno collaborato e per questo è doveroso ringraziare: l’associazione Amici del tedesco, il WWF sezione di Crotone, il comandante del corpo di polizia municipale Francesco Iorno e il vigile Dionigi Mano, l’associazione Sabir, Lina Tsepla in rappresentanza della comunità ucraina, l’associazione Fili Meridiani, Domenico Periglia in rappresentanza del Gruppo fotoamatori di Crotone. Un grazie particolare alla Chiesa Valdese che ha creduto nelle potenzialità del progetto.

Banner

 

 

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner