Da 'Italia Nostra' la prima edizione del premio ‘Catanzaro Nostra’

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Da 'Italia Nostra' la prima edizione del premio ‘Catanzaro Nostra’
Marisa Gigliotti, Elena Bova, Rossella Greco, Aldo Ventrici e Maria Rita Galati
  13 marzo 2024 16:04

di FRANCESCO IULIANO

Prima edizione del premio ‘Catanzaro Nostra’, il riconoscimento ideato dalla sezione cittadina di ‘Italia Nostra’ per celebrare l’impegno di quanti hanno sostenuto ed accompagnato l’attività dell’associazione che da decenni, ormai, impegna i soci in attività di tutela, promozione e valorizzazione del Patrimonio culturale, anche attraverso i nuovi strumenti della comunicazione, la conoscenza e la fruizione dei beni culturali.

Banner

Questa mattina, nella Sala Concerti del Comune di Catanzaro, la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa. Moderati dalla giornalista Maria Rita Galati, hanno partecipato la presidente della sezione cittadina di Italia Nostra, Elena Bova, il vicepresidente Aldo Ventrici, la segretaria Rossella Greco e la componente del direttivo, Marisa Gigliotti.

Banner

“Italia Nostra Catanzaro - è stato detto in apertura - ha una grande ambizione ed insieme una sfida: proteggere e valorizzare le bellezze della nostra terra e della nostra città. Ci impegniamo da sempre alla tutela del nostro patrimonio storico paesaggistico e naturalistico perché questo significa riscoprire e produrre cultura. La cura e la difesa dei nostri luoghi è indispensabile alla costruzione dell’identità di una città e di quelle virtù pubbliche senza le quali non c’è progresso o cambiamento. Ci affiancano in questo impegno uomini e donne che in diversi contesti di lavoro, istituzioni, associazioni, ruoli, storie personali rendono grande il nostro territorio e la città di Catanzaro. Queste persone danno sostanza alla società civile che è tale quando si occupa della cosa pubblica quando lavora alla tutela dei beni comuni.

Banner

Un’iniziativa che, nelle attese degli organizzatori, si augura possa essere di emulazione per gli amministratori e per quanti si spendono per il miglioramento culturale, artistico ed ambientale della città di Catanzaro. 

Per Aldo Ventrici, sarà fondamentale, per il futuro, stimolare i cittadini ad aumentare l’interesse culturale per la città. «Catanzaro  - ha commentato - è diventata una città pigra, sonnolente, che poco si interessa alla salvaguardia del centro storico. Come associazione, talvolta, ci ritroviamo sempre soli a portare avanti le nostre battaglie».

La cerimonia di consegna del premio è stata organizzata giovedì 21 marzo prossimo, alle 18, negli spazi espositivi del Complesso Monumentale del San Giovanni (sala Gissing).

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner