Dal 5 aprile su RaiUno "La fuggitiva", l'action-thriller del regista lametino Carlo Carlei 

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Dal 5 aprile su RaiUno "La fuggitiva", l'action-thriller del regista lametino Carlo Carlei 
Eugenio Mastrandrea, Vittoria Puccini, Pina Turco
  01 aprile 2021 16:55

di CLAUDIA FISCILETTI

In arrivo su RaiUno quello che si preannuncia già un successo, l'action-thriller "La fuggitiva", del regista lametino Carlo Carlei, con una trama che, nel corso di 8 puntate divise in quattro serate (a partire dal 5 aprile), tenta di dipanare una matassa fatta di malintesi, suspense, azione e sentimenti, il tutto aggiungendo un'impronta internazionale ed innovativa allo svolgimento della storia che, oltretutto, vede i personaggi femminili protagonisti indiscussi.

Banner

Carlei, nato a Lamezia Terme, col suo nuovo lavoro seriale, pone al centro Arianna (interpretata da Vittoria Puccini), la quale, sospettata ingiustamente della morte del marito, si ritrova a fuggire e a doversi separare dal figlio perché la poliziotta Michela Caprioli (interpretata da Pina Turco) ne segue le tracce, dando vita ad un susseguirsi di eventi al cardiopalma fatti di azione, plot-twist e un pizzico di melodramma, tipici della serialità internazionale.

Banner



Il regista Carlo Carlei

Banner

Dopo i "Bastardi di Pizzofalcone", "Il confine", "Specchio rosso" e "Il giudice meschino", Carlei dirige per la Rai un'altra serie tv che si preannuncia già un successo, forte di un concept ben definito che ha portato alla sua realizzazione. "L’obiettivo dichiarato, d’accordo col broadcaster, era quello di sviluppare la premessa archetipica dell’innocente in fuga confezionandola in una serie che avesse una qualità “internazionale” a partire dal linguaggio visivo", ha dichiarato il regista, che ha curato ogni dettaglio nei minimi particolari, rimanendo fedele all'idea iniziale.

"Anche la scelta delle locations, con ambientazioni ultra-moderne che privilegiano architetture ardite e d’avanguardia, non facilmente identificabili con un contesto urbano specifico, ribadisce la direzione di una serie high-concept ad altissimo tasso di spettacolarità, suspense e intrattenimento. Un concentrato di emozioni e continui colpi di scena concepito per attrarre e sedurre un’audience vastissima in Italia, ma per essere apprezzata e seguita con passione anche all’estero", aggiunge Carlei, in vista della serata in cui andrà in onda la serie, il 5 aprile, non facendo altro che aumentare la curiosità e l'impazienza nel vedere il prodotto finito.



Vittoria Puccini durante una scena de "La fuggitiva"

Altra particolarità de "La fuggitiva", il cui titolo richiama il film del 1993 "Il fuggitivo" con un Harrison Ford diretto da Andrew Davis, è che non è popolata da personaggi piatti bensì, nel corso delle puntate, si scopriranno sempre più dettagli delle loro storie personali, divenendo sempre più tridimensionali e dotati di mille sfaccettature, di buio e di luce. E' il caso della protagonista, Arianna, apparentemente calma ma reduce da un passato burrascoso in cui la sua famiglia venne sterminata durante una rapina nella villa da loro abitata. La rapina finì male e di lei si persero le tracce per molto tempo. Ricomparve dieci anni dopo, insieme a un gruppo di profughi scampati alla guerra in Bosnia e, nelle parole del regista: "Nell’immaginare l’odissea di Arianna che da bambina fu rapita e condotta in una Sarajevo devastata dalla Guerra dei Balcani, ho optato per uno stile epico ma insieme iperrealistico, arricchito anche da ritmi frenetici e continui movimenti di macchina per le scene di azione più forti".


"La fuggitiva" andrà in onda il 5 aprile, su RaiUno e, accanto a Vittoria Puccini e Pina Turco, nel cast ci saranno Eugenio Mastrandrea, Sergio Romano, Maurizio Marchetti, Antonio Gerardi, Ivan Franek, Giorgia Salari, Laura Mazzi, Giovannino Esposito, Emma Benini, Daniela Morozzi, Magdalena Grochowska, Ludovica Frasca, Franz Cantalupo, Massimo Cagnina e Andrea Pennacchi.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner