Dalla pandemia alla guerra in Ucraina, Giordano (Maavi): "Gli agenti di viaggio non hanno paura"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Dalla pandemia alla guerra in Ucraina, Giordano (Maavi): "Gli agenti di viaggio non hanno paura"
Il Delegato Regionale MAAVI (Movimento Autonomo Agenzie di Viaggio Italiane) Giovanni Giordano
  28 febbraio 2022 12:25

"Finalmente, dopo aver tanto sofferto, tanto sperato e altrettanto resistito, è arrivato il fatidico momento per poter tornare a viaggiare. 

Il 31 marzo si concluderà lo stato d’emergenza, dopo due anni di pandemia, di blocco delle attività, anche se – con grande sacrificio – abbiamo comunque mantenuto le nostre aziende aperte. L'80% degli italiani, nel 2021, ha dimostrato di voler viaggiare, di voler andare in vacanza. Oggi, grazie ai nuovi provvedimenti, la clientela tornerà nelle nostre agenzie di viaggio, le uniche organizzazioni imprenditoriali abilitate a vendere viaggi con professionalità e in sicurezza. Esultiamo per questo traguardo, come per l’abolizione della quarantena, per i viaggi extra-UE, così come aiuta le Imprese Turistiche il provvedimento che estende i Voucher da 24 a 30 mesi. Ma è più che certo che ciò non basta a far ripartire la complicata macchina del Turismo, macchina che ha bisogno di certezze, di programmazione e - soprattutto in questo momento - di adeguati ristori per alimentare la necessaria liquidità, indispensabile per la ripresa. Dunque, ben vengano queste ed altri indispensabili sostegni, primo tra tutti un generale allentamento su ogni restrizione a partire dall’uso del Green Pass. Certo è che allineando il nostro Paese al resto d’Europa, eviteremo di cedere il passo alla concorrenza delle altre nazioni nella naturale competizione sul mercato turistico.  

Banner

Questi due anni non sono stati indolore. Nel solo 2021 hanno chiuso ben 4.116 imprese del settore turistico.  

Banner

Vorremmo poter dire basta. Purtroppo, mentre notizie recenti hanno alimentato la nostra speranza, altri drammatici eventi, imprevedibili e sconcertanti quanto la stessa pandemia, si sono presentati a noi tutti come a perpetuare uno dei momenti più bui della nostra esistenza e della nostra storia recente.  

Banner

Venti di guerra nell’Europa dell’Est ci fanno tornare indietro di decenni come in un vortice fallimentare.  Noi imprenditori però sappiamo perfettamente che il panico è il peggior fallimento. Ecco perché non avremo il timore di affrontare il domani, perché senza paura troveremo la versione migliore di noi stessi".

Lo afferma, in una nota, Giovanni Giordano, Delegato Regionale MAAVI (Movimento Autonomo Agenzie di Viaggio Italiane).

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner