Dalla Regione Calabria più di 3 milioni di euro per promuovere le produzioni di eccellenza

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Dalla Regione Calabria più di 3 milioni di euro per promuovere le produzioni di eccellenza
Gianluca Gallo

La Regione sostiene i marchi Dop, Igp, Doc, Docg e Bio Assegnati più di 3 milioni per le attività di promozione dei prodotti di eccellenza

  10 luglio 2024 13:17

Si è chiuso con la pubblicazione della graduatoria definitiva (disponibile sul portale www.regione.calabria.it, nella sezione Dipartimento Agricoltura), il percorso del bando legato alla Misura 3.2.1 del Psr Calabria, finalizzato al sostegno di attività di informazione e promozione dei marchi Dop, Igp, Doc, Docg e Bio. In particolare, riferimento all’annualità 2024, sono state assegnate risorse per un importo complessivo di 3.278.063,60 euro, destinate alla promozione di prodotti di qualità, ormai tratti distintivi del comparto agroalimentare calabrese, quali il finocchio di Isola Capo Rizzuto Igp, il vino Doc Bivongi, i fichi di Cosenza Dop, l’olio di Calabria Igp, l’olio Dop Lametia, il pecorino crotonese Dop, il limone di Rocca Imperiale Igp, la patata della Sila Igp.

“Le eccellenze agroalimentari della nostra terra – commenta l’assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo – sono tante e sempre più apprezzate, ma necessitano di essere ancor più conosciute per aprirsi a nuovi mercati e consolidarsi su quelli nei quali sono già presenti. Da qui la scelta di implementare la dotazione finanziaria inizialmente fissata in 2 milioni e sostenere con ancor maggiore convinzione azioni di comunicazione finalizzate a garantire la diffusione della consapevolezza degli elementi qualitativi e di sostenibilità che caratterizzano prodotti di eccellenza, a marchio europeo di qualità ed ottenuto con metodo biologico”.

Banner

Dettagli: le azioni oggetto di finanziamento dovranno essere portate a compimento entro 12 mesi dalla concessione delle somme, e comunque entro il 31 dicembre 2025. Nel novero degli interventi ammessi figurano, tra l’altro, la partecipazione a fiere e manifestazioni, la produzione di materiale informativo, la realizzazione di siti web, l’acquisto di spazi e servizi pubblicitari e pubbliredazionali.

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner